16122017Headline:

Caffeina: compleanno in grande stile

Lella Costa

Lella Costa

Un anno di Fondazione Caffeina. Un anno di lavoro, un anno di idee e di progetti. Un anno importante, il primo, che la Fondazione vuole festeggiare in modo degno: con un pomeriggio di cultura, in compagnia di tutti i soci, gli amici, di tutti coloro che amano Caffeina e ciò che Caffeina fa. Si festeggia nella città che per prima ha visto realizzate le sue idee. Per sabato prossimo la Fondazione ha organizzato infatti Caffeina Incontri, quattro appuntamenti all’insegna della cultura con ospiti e autori di grande rilievo. Per i soci della Fondazione l’ingresso è gratuito, per tutti gli altri il biglietto costa tre euro e vale per tutto il pomeriggio.

A ospitare gli appuntamenti pomeridiani sarà la Chiesa di Sant’Egidio al Corso, che accoglierà, alle 15, Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini che presenteranno il loro romanzo “Suburra”. Un libro che è una sorta di sequel di “Romanzo criminale”, che racconta di come il seme della banda della Magliana sia ormai attecchito in tutta Roma. Mafia, politica, corruzione: il racconto dell’Italia di oggi in un noir estremo dove i personaggi si confondono e dimostrano di essere tutte pedine manovrate dalla stessa mano.

Alle 17 toccherà a Marco Buticchi che parlerà del libro “La stella di pietra”, un romanzo che racconta un mistero che affonda le radici nella Storia e inizia negli anni Ottanta, quando Sara, studentessa d’arte in un’Italia ancora scossa dalle Brigate Rosse, scopre che il complesso scultoreo del Laocoonte non è di epoca classica. Avventura, storia dell’arte, capolavori del Rinascimento fanno da scenario all’ultimo romanzo di Buticchi, scrittore, vincitore del Premio Salgari e nominato, nel 2008, Commendatore della Repubblica per aver contribuito alla diffusione della lingua e della letteratura italiana anche all’estero.

L’ultimo degli appuntamenti del pomeriggio sarà, alle 18.30 con Silvia Avallone, la giovane autrice di “Acciaio”, il libro con il quale ha esordito e che le è valso il Campiello Opera Prima, il Flaiano, il premio Fregene e con il quale si è classificata seconda allo Strega 2010. A Caffeina Incontri, Avallone presenterà il suo secondo romanzo, “Marina Bellezza”. Un libro che dimostra che il destino è ancora tutto da scrivere e che la vera rivoluzione è solo privilegio di coloro che sono disposti a riappropriarsi della propria terra senza mai arretrare. Anche se scalzi, furiosi e affamati.

Tutti gli appuntamenti pomeridiani ospiteranno gli attori Paolo Manganiello e Chiara Palumbo che, accompagnati dal pianoforte di Luigi Gentile, leggeranno alcuni estratti dei libri presentati.

Per il gran finale, Caffeina Incontri si sposta al Teatro San Leonardo dove alle 21 ci sarà una grande artista: Lella Costa. Attrice, scrittrice, doppiatrice, nota per i suoi monologhi, per l’ironia, l’impegno civile e sociale, si esibirà nel reading “Femminile e singolare. Vedi alla voce poetessa”, uno spettacolo nel quale dà voce alle grandi donne del Novecento, le poetesse che hanno fatto la storia. Lo spettacolo al San Leonardo è organizzato in collaborazione con Beatrice onlus e si inserisce nel cartellone dell’Ottobre Rosa, il mese internazionale della prevenzione del tumore al seno. Un reading teatrale con una grande attrice è un modo perfetto per festeggiare il compleanno della Fondazione, ma è anche un messaggio chiaro affinché anche Viterbo possa, in un futuro prossimo, tornare a far brillare il suo teatro. Il teatro è cultura. E la cultura è patrimonio nazionale.

L’ingresso al San Leonardo è gratuito fino a esaurimento posti.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Auspichiamo che il prossimo compleanno della fondazione kaffeina venga celebrato a Mammagialla. Le celle non saranno molto spaziose, ma per un’associazione così oligarchica lo spazio è più che sufficiente.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da