23112017Headline:

Caprarola apre le porte alla Cina

Il sindaco di Caprarola Eugenio Stelliferi ha partecipato alla diciannovesima edizione dell’Euro-Asia Economic Forum che si è svolta nella città di Xi’an in Cina dal 20 al 30 settembre. Al forum hanno preso parte oltre 50 Paesi, 19 ministeri cinesi e circa 20 organizzazioni non governative che abbracciano tutti i settori. L’obiettivo del forum, uno degli appuntamenti più importanti per lo sviluppo delle relazioni economiche e commerciali tra Europa e Cina, è quello di promuovere una collaborazione economica più incisiva e concreta con l’Europa.

Stelliferi è stato ospite della Fondazione Italia-Cina, che ha deciso di invitarlo dopo che una delegazione cinese è stata in visita al Comune di Caprarola nel luglio scorso. La delegazione cinese ha avuto modo di visitare il Palazzo Farnese e gli annessi giardini, rimanendo particolarmente colpita dalla bellezza dei luoghi e dalla quantità di ricchezze culturali, artistiche ed enogastronomiche del caratteristico centro cimino. Il sindaco, durante la visita in Cina, ha inoltre visitato la città di Qing Yang della provincia Gansu e siglato un protocollo di intesa tra il Comune di Caprarola e la città Qing Yang. Oggetto del protocollo è la costituzione di un gemellaggio tra il Comune di Caprarola e la città di Qujiang, una delle quattro capitali storiche cinesi. Le finalità sono molteplici e riguardano la promozione degli scambi e delle collaborazioni in vari settori: dalla gestione urbana alla protezio ne ambientale, dall’alta tecnologia all’economia e al commercio.

“Credo sia un ottimo inizio per promuovere le eccellenze di Caprarola e della Tuscia in generale all’estero ma in modo particolare in Oriente – spiega Stelliferi – il potenziale economico e finanziario dei Paesi asiatici, con specifico riferimento alla Cina, registra crescite record in ogni settore. Non è possibile non tenere in considerazione questo fattore, soprattutto in un periodo di così grave crisi economica globale. Il processo di sviluppo economico della Cina e il fatto che sia così attratta dall’occidente, ma in modo particolare dal made in Italy, è cruciale per il nostro Paese. Favorire lo sviluppo delle relazioni economiche, politiche e culturali tra i due Paesi è oggi quanto mai fondamentale. Abbiamo già la ricetta per uscire dalla crisi, non dobbiamo inventarci niente. Ci vuole però una svolta radicale, più concretezza e maggiore attenzione e visibilità a livello internazionale”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da