23092017Headline:

Tredici anni per (non) fare una strada

Enrico Panunzi

Enrico Panunzi

Avere i soldi e lasciarli inutilizzati. Col rischio che le istituzioni li riprendano e tutto svanisca. Succede per la provinciale che dovrebbe collegare i Cimini con la Trasversale. Se ne parla dal 2000, da quando cioè Enrico Panunzi (allora sindaco di Canepina, ora consigliere regionale del Partito democratico) raccolse le firme per realizzare l’opera. I soldi, quasi 11milioni di euro, ci sono dal 2004 ma divergenze di vedute tra Soriano nel Cimino e Bassano in Teverina sul tracciato dell’arteria. Tira di qua, tira di là, la strada a oggi non passa proprio.

Quando partiranno i lavori? “Non posso dirlo. Spetta alla Provincia – risponde Panunzi – mettere insieme tutti gli atti amministrativi. Il prossimo passo dopo la riunione dei giorni scorsi è l’indizione della conferenza dei servizi”.

Il collegamento della strada provinciale dei Cimini con la Orte – Civitavecchia, attraverso i comuni di Soriano nel Cimino e Bassano in Teverina, è un’opera progettata per soddisfare le esigenze di viabilità dei comuni situati nelle vicinanze. “Dopo aver fatto una ricognizione negli uffici regionali competenti, è risultato che i fondi stanziati dalla Regione Lazio (circa 5 milioni e 700mila euro), ai quali si aggiungono i circa 5 milioni e 200mila euro impegnati dal Cipe, finora mai utilizzati, sono a disposizione su alcuni capitoli di bilancio. In totale, sono quasi 11 milioni che lasciare inutilizzati in un momento come questo, oltre che un danno all’economia del territorio, rappresenterebbe – commenta Panunzi – anche un reato morale”.

Lo scopo dell’opera sarebbe sgravare il traffico della provinciale Vasanellese, interessata peraltro da fenomeni franosi. Il bacino di utenza interessato direttamente all’arteria può essere valutato in circa 40mila abitanti, in un territorio in cui sono presenti peraltro numerose zone artigianali che, con l’opera, potrebbero avere possibilità di crescita e sviluppo.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

16   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Tra le facce di casta, quella del Sor Panunzi è la più faccia di casta di tutte. Cattivo sangue canepinese non mente.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da