16122017Headline:

E Giulio Marini perde anche questa sfida

Goffredo Taborri

Goffredo Taborri

Redditi e patrimoni degli amministratori comunali eletti, atto secondo. Ma prima di proseguire il viaggio – grazie agli atti ufficiali pubblicati sul sito del Comune di Viterbo in ossequio della legge sulla trasparenza – un paio di precisazioni. D’obbligo.

La prima riguarda la vicesindaco Luisa Ciambella, che giustamente ci fa notare come non possegga i sei immobili che le avevano attributi nell’articolo di ieri. Ha ragione: sono solo tre visto che la dichiarazione è a metà col marito. “Anche perché così sembra che abbia il patrimonio di una Ruspoli”, scherza la vicesindaco. Coreggiamo, e passiamo oltre. Al collega di Giunta Giacomo Barelli, che ieri abbiamo piazzato all’ultimo posto della classifica dei redditi, con soli 441 euro dichiarati nel 2011. Siamo stati tratti in inganno però da quei funzionari comunali che non hanno scannerizzato e messo on line la dichiarazione dei redditi completa dell’assessore alla Cultura. Colpa loro, mentre Barelli si dimostra come al solito disponibilissimo, inviando di persona le dichiarazioni per il 2011 (27.711 euro lordi) e per il 2012 (29.299): “Così recupero qualche posto in classifica”, scherza l’avvocato. E precisa: “Nel 2011, avendo meno di 35 anni, usufruivo di una tassazione forfettaria in regime semplificato, di cui quei 441 euro sono solo una piccola parte”. Giriamo l’annotazione agli uffici comunali.

E passiamo ai consiglieri, un mondo vasto e inesplorato che è meglio trattare a spanne,  per non impelagarsi troppo e per non rischiare di annoiare. Chi è curioso e soprattutto ha parecchio tempo da buttare, può comunque consultare tutte le dichiarazioni dei redditi e patrimoni direttamente dal sito del comune, cliccando su ogni consigliere. C’è chi ancora non l’ha presentata (per esempio Galati, del Pdl), chi non è tenuto a farlo a norma di legge (Minchella del Pd, Moltoni di Oltre le Mura e altri) e chi invece aspetta che l’iter informatico arrivi alla pubblicazione.

Patrizia Frittelli

Patrizia Frittelli

Accontentiamoci di quelli che ci sono. Nel Partito democratico, per esempio, dove il capogruppo Francesco Serra, nel 2012, ha prodotto una dichiarazione di 89.537 euro lordi. Tra gli immobili, da segnalare una proprietà a Rapallo, in Liguria e una nuda proprietà all’Argentario. Parco macchine? Due auto (un’Audi Q5, che un suv medio) e una moto, una Yamaha, segno che le due ruote non piacciono soltanto al presidente del consiglio Filippo Rossi. Anche Serra, come molti suoi colleghi in sala dei Priori, ha qualche investimento azionario. Sempre nel Pd, comunque, vale la pena citare Patrizia Frittelli, dirigente ospedaliera, che sfoggia un reddito lordo, al 2012, di 101.635 euro, il più alto tra i consiglieri democrats.

Fa meglio, sempre in maggioranza, Goffredo Taborri, pure lui del settore (è medico) che nel 2013 ha dichiarato 124.472 euro lordi. Tra le proprietà, da segnalare una casa in Sardegna, sullo splendido golfo di Marinella. Ma, tranquilli, niente villoni: è una casa di 1.5 vani. Tra le auto, il dottore piazza anche due Smart, confermando un’impressione: la minicar della Mercedes è tra le favorite dei nostri politici (della serie: chissenefrega).

Francesco Serra

Francesco Serra

Anche Claudio Maria Ubertini, capogruppo di Forza Italia, ne ha intestate due, oltre ai beni immobili. Per un redditto lordo dichiarato nel 2012 di 114.910 euro. Un solo pacchetto azionario: il 4 per cento dell’Active network, società viterbese che opera sui collegamenti web e su internet in generale: in totale, 6mila euro di roba. Stessa quota della stessa azienda anche per Giulio Marini, pure lui di Forza Italia ed ex sindaco: Marini batte però il suo amico e capogruppo Ubertini in quanto a reddito lordo dichiarato, 120.069 per il 2012,  quando era ancora primo cittadino. Nella dichiarazione, la casa di 16 vani e un parco macchine dove non può mancare la Smart (e ti pareva) ma spiccano anche le italiane Alfa Romeo, Panda e 500 L, quella extralarge. Non ha una Smart, ma una coupé filante – e ricercata – come l’Alfa Brera per Gianmaria Santucci di Fondazione (ha anche una Mercedes classe A), che dichiara nel 2012 un lordo di 53.574 euro, e come unici immobili, la casa e il terreno in strada Querciaiolo.

E la finiamo qui, ripetendo l’invito agli interessati (e ai curiosi, agli invidiosi, ai gossippari) di andarsi a vedere il reddito del loro consigliere di riferimento sul sito del Comune. Derubricando a pettegolezzo quel consiglio di un ospite di palazzo dei Priori: “Perché non andate a vedere quanto dichiaravano certe persone prima di essere eletti? Troverete delle belle sorprese”. Pettegolezzi e invidie, appunto. O forse no.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

20   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Qui tutti sfoggiano questo e quello, macchine, case, terreni eccetera; solo l’ottuso Barelli sfoggia orgoglioso le sue mitologiche figurine di m. Non produrranno reddito, ma vuoi mettere la soddisfazione…

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da