17122017Headline:

“Le lauree devono servire a trovare lavoro”

Il rettorato di Santa Maria in Gradi

Il rettorato di Santa Maria in Gradi

“Un risultato a sorpresa quello che mi ha eletto magnifico rettore dell’Università di Viterbo per la ragguardevole percentuale dei colleghi che mi hanno votato. Questo significa che c’è grande unità d’intenti tra i 620 dipendenti dell’Unitus e che l’impegno per rafforzare ogni singola componente universitaria è davvero importante”. Così Alessandro Ruggieri ha iniziato ad esporre il proprio programma sul quale baserà il mandato che scadrà tra sei anni nella sua prima conferenza stampa. “Un mandato non rinnovabile e dunque particolarmente intenso se si vorranno raggiungere tutti gli obiettivi che mi sono proposto – ha sottolineato Ruggieri – con i miei più stretti collaboratori”.

Per quanto riguarda la didattica ci saranno più servizi agli studenti e più efficaci non solo per loro ma anche per le famiglie dei ragazzi che pensano al domani dei propri figli pur in condizioni di crisi economica. “Vogliamo- ha detto Ruggieri- che le nostre lauree siano effettivamente necessarie ai ragazzi per trovare lavoro. Per questo ci saranno corsi di studio mirati per concrete prospettive di lavoro. L’ateneo dovrà ancora migliorarsi per diventare ancora più flessibile. Questo obiettivo sarà raggiunto anche perché il nostro è un piccolo ateneo dove i giovani sono seguiti passo passo e sono ascoltati”. L’aumento registrato nelle immatricolazioni (finora il 2,6% in più rispetto allo scorso anno) spinge tutti i settori dell’Università della Tuscia a ripagare la fiducia degli studenti con un impegno sempre maggiore.

Poi il rettore ha trattato il tema del rapporto tra l’Università della Tuscia ed il territorio. “Occorre rafforzare il rapporto peraltro già ben avviato e consolidato, con il territorio: le imprese, gli enti locali e le associazioni. Già abbiamo un progetto preciso improntato alla massima trasparenza, efficienza ed efficacia, che è la continuazione di quello che io ho avviato già da alcuni anni anche e soprattutto con le piccole imprese. Un’attenzione particolare dedicherò – ha detto Ruggieri- ai corsi umanistici essendo convinto che la cultura sia alla base dello sviluppo di tutto”.

Infine un passaggio dedicato al suo predecessore. “Marco Mancini è stato un grandissimo rettore e la sua eredità pesa- ha detto Ruggieri -ma non per questo mi spaventa. Saprò gestire al meglio il tesoro che mi ha lasciato e se possibile aumentarlo.

Accanto al magnifico, prima uscita pubblica anche per Alessandra Moscatelli, direttore generale di Unitus. “Saranno le nuove tecnologie ad ispirare le nuove strategie gestionali dell’Università della Tuscia. Saranno questi nuovi strumenti il volano che avvierà un nuovo rapporto con gli studenti e tra i vari reparti dell’Ateneo. La completa unità d’intenti con il nuovo rettore –ha sottolineato – ci darà la forza per superare questo difficile momento, difficile dal punto di vista finanziario che rende complessa la manovra di rilancio interno ed esterno. Con il nuovo Statuto di ateneo abbiamo avuto anche un nuovo regolamento che è finalizzato al rinnovamento e al miglioramento dei rapporti con gli studenti e con il territorio. La riorganizzazione dell’amministrazione universitaria  – ha proseguito – passa attraverso un attento monitoraggio delle attuali strutture che dovranno essere ancora di più rivolte verso gli studenti. Questi ultimi saranno maggiormente coinvolti  nella promozione dell’Ateneo attraverso anche l’impegno personale. Abbiamo chiesto a loro di girare alcuni video che poi saranno utilizzati per la pubblicità. C’è già un progetto, inoltre, per corsi di formazione sulla prevenzione della corruzione. Iniziativa che coinvolge Enti locali, associazioni e amministrazione pubblica. Con tutti gli enti locali inoltre abbiamo avviato convenzioni per favorire le iscrizioni all’Università dei loro dipendenti”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

13   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Un po’ di ottimismo non guasta, ma cosa ne dice il neorettore delle voci che paventano un’annessione, causa scarsi iscritti e quindi pochi soldi e risorse per salvaguardare l’autonomia dell’ateneo, dell’Università della Tuscia da parte dell’Università Roma 3? Sono solo chiacchiere o c’è qualcosa di vero?

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da