26092017Headline:

Regìe positive, una rassegna per l’affidamento

unicef bambiniIl nome è azzeccato: Regìe positive. Il posto è Viterbo. Gli organizzatori sono quelli dell’Arlaf, Associazione romana e laziale per l’affidamento familiare), in collaborazione con Unicef e consulta studentesca provinciale, e con la collaborazione tecnica del Tuscia Film Fest. La dedica di questa prima edizione è per Giusi Speciale, volontaria dell’Arlaf scomparsa di recente. L’intento, poi, è nobile anzichenò; promuovere e sensibilizzare, attraverso il cinema, sul tema dell’affido familiare, coinvolgendo più pubblico possibile.

Il tutto, in due appuntamenti prossimi venturi, il 26 ottobre e il 2 novembre, sempre alle 15.30 e sempre ad ingresso libero e sempre al Cinema Lux. Proiezioni e incontri e dibattiti sempre con al centro il tema dell’affidamento, le attività dell’associazione e dei volontari, di quelli che hanno già vissuto queste esperienze.

Regìe positive parte questo sabato, con una la proiezione del film Pinocchio, di Enzo D’Alò, un capolavoro dell’animazione. Prima, una lettura a cura della Consulta studentesca e dell’Unicef dal titolo “Storia di Pinocchio nel Paese… dei diritti… o dei doveri? Sabato 26 ottobre, invfece, ecco l’incontro col regista Antonio Capuano, e la presentazione del suo film La Guerra di Mario. Per poi chiudere il 2 novembre con la presentazione delle attività Arlaf e poi col film The Blind Side, di John Lee Hancock, il racconto della vita del giocatore di football Michael Other.

Per maggiori informazioni: Arlaf 339.5728327 – 0761.352166; Tuscia Film Fest: www.tusciafilmfest.com; Cinema Lux: 0761.092443; Facebook: regiepositive.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

18   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    L’ottuso superassessore Barelli è stato dato in affidamento al celebre pennivendolo e votivendolo Filippo Rossi da Trieste. Come dire due storpi che si sostengono a vicenda.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da