21112017Headline:

A Viterbo la politica secondo Matteo

Francesco Serra e Angelo Rughetti

Francesco Serra e Angelo Rughetti

Ci vediamo alla Leopolda. Un luogo della politica, della cultura e magari pure dell’anima, almeno per quei ragazzi del comitato Viterbo x Renzi che l’hanno fortemente voluta, qui, oggi e domani, alla sala Gatti (via Macel Gattesco, a due passi da piazza delle Erbe). Dicasi Leopolda: l’evento organizzato ormai quattro anni fa da Matteo Renzi, appunto nella ex stazione fiorentina della Leopolda, restaurata nei locali e riempita di contenuti. Contenuti politici, culturali, sociali, di tutto un po’, in una ribollita saporita e il più possibile digeribile.

Adesso che Renzi galoppa verso l’elezione a segretario del Partito democratico, e sullo sfondo già s’intravede pure palazzo Chigi, ecco che i suoi sostenitori viterbesi – tutti giovani, tutti abbastanza slegati dalle dinamiche d’apparato – hanno pensato di esportare il marchio qui a Viterbo. Ci hanno lavorato per mesi, cercando la strada giusta per realizzare l’idea. La formula è nota: si comincia oggi pomeriggio, con una decina di tavoli tematici ad ognuno dei quali siederà un amministratore pubblico con un argomento ben preciso (Europa, economia, enti locali, cultura, sanità, trasporti e altri). Se ne discute per un paio d’ore con le persone comuni, gli elettori, i simpatizzanti, i curiosi, e alla fine si cerca di elaborare una proposta condivisa. Tra i partecipanti: l’onorevole Simona Bonafè, renziana doc, David Ermini, l’europarlamentare David Sassoli, il consigliere regionale Riccardo Valentini, un altro deputato come Angelo Rughetti. Che è pronto alla trasferta in terra di Tuscia: “E’ un appuntamento importante, divertente e coinvolgente – dice Rughetti a Viterbopost – Perché affronteremo temi generali e nazionali fino ad arrivare a quelli del territorio. E’ il modo di vedere il mondo, e la politica, con gli occhi di Renzi: la Leopolda è un format che funziona anche fuori Firenze, e lo dimostra questa versione viterbese, e che può funzionare in generale anche per tutta l’Italia. Personalmente siederò al tavolo degli Enti locali, e ci occuperemo di temi di scottante attualità, prima di tutto i tagli decisi dalla legge di stabilità”. In bocca al lupo: coi tempi che corrono non sarà una passeggiata.

Dopo la sintesi prevista in serata, il rompete le righe e l’appuntamento a domani mattina. Con la seconda parte del programma, che prevede interventi liberi e aperti (basta prenotarsi), che abbiano una parola come filo conduttore per il futuro, e un tempo limite di quattro minuti. Poi la chiusura, per la quale potrebbe esserci un ospite a sorpresa come Walter Veltroni, che gli organizzatori stanno marcando strettissimo.

Ma la vera curiosità starà nel vedere chi parteciperà o verrà a salutare. “Non abbiamo invitato nessuno, perché la formula della Leopolda è questa”. Deputati locali, segretari, coordinatori e sindaci del Pd viterbese: chi ci sarà? Roba da non dormirci la notte, specie dopo gli ultimi, ondivaghi, risultati dei congressi locali.

Articoli correlati:

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Viene Ualter? Un buon motivo per non venire noi.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da