25112017Headline:

Due giornate sulla sicurezza stradale

Nell’ultimo decennio i morti sulle strade italiane sono calati del 48,5%. Nel 2012 le vittime sono state 3.653 rispetto alle 3.860 del 2011, con una diminuzione del 5,4% (nell’Unione Europea la variazione è stata -8,8%); mentre i feriti sono stati 264.716, una cifra inferiore del 9,3% se paragonata a quella del 2011. Sono queste le conseguenze sulle persone dei 186.726 incidenti con lesioni verificatisi l’anno scorso, secondo quanto riportato nel recente Rapporto Aci-Istat. Anche nella fascia d’età fra i 20 e i 24 anni – che continua ad essere quella maggiormente coinvolta nei sinistri – si registra una tendenza alla riduzione del numero delle vittime : 309 morti (378 nel 2011) e 31.305 feriti (35.249 l’anno prima). Una situazione più pesante riguarda i ciclisti: i morti e i feriti sono aumentati rispettivamente del 2,5% e del 2,7% rispetto all’anno precedente. Tra i pedoni, le vittime sono diminuite del 4,4% e i feriti dell’1,7%, ma resta elevato la quota di ultrasettantenni deceduti, che rappresentano oltre il 55%.

Dati che evidenziano l’importanza di proseguire gli sforzi per organizzare una viabilità e un assetto urbano in grado di garantire più sicurezza e, quindi, una migliore qualità della vita, riducendo il pesante prezzo, prima di tutto umano, ma anche sociale ed economico che si paga quotidianamente al traffico.

In questo contesto, la Fondazione Unipolis e Unipol, con il progetto Sicurstrada, sviluppano il loro impegno per far crescere la cultura della sicurezza stradale mettendo al centro gli utenti più deboli della strada: pedoni e ciclisti, così come verso i giovani che, insieme agli anziani, sono quelli maggiormente colpiti. I più esposti, cioè, ai rischi di un traffico sempre più congestionato, che soffoca le città e i loro abitanti. Infatti, parlare oggi di sicurezza stradale significa affrontare, in primo luogo, i problemi di una mobilità sostenibile e di un nuovo assetto urbano.

Sono questi i temi al centro della tappa di “Sicurstrada Live” a Viterbo: due giornate (la prima ieri, la seconda oggi) nelle quali , presso il Centro Commerciale “Tuscia”, sarà allestito uno spazio con materiali informativi, gadget, cartoni animati “istruttivi” e dove sarà anche possibile provare un simulatore di guida sicura e simulatori di guida in stato di ebbrezza, affiancati da un istruttore.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da