18122017Headline:

Pd, sul congresso arriva l’ultimo strappo

Andrea Egidi con Beppe Fioroni

Andrea Egidi con Beppe Fioroni

Pensavate che l’era dei complotti (e degli sgambetti, o dei colpi sotto la cintura, fate voi) nel Pd viterbese fossero finiti? Ebbene, vi sbagliavate e di grosso. Perché la guerra continua. E la guerra è guerra, da combattersi senza esclusione di colpi.

Una guerra che, guarda un po’, riguarda ancora una volta da un lato l’area cattolico-moderata del partito (tu chiamali, se vuoi, fioroniani) e dall’altro gli ex Ds (o ex comunisti, come ama appellarli qualcuno), capeggiati in questo momento dal consigliere regionale Enrico Panunzi  (ma c’è chi sospetta che nell’ombra ci sia anche il tesoriere Ugo Sposetti, abile manovratore tramite la sua mai distaccata appendice Andrea Egidi).

Fatto è che l’ennesimo strappo s’è consumato sulla composizione delle liste da collegare al candidato segretario (a Viterbo spettano quattro posti). Così, mentre tra i renziani è filato tutto abbastanza liscio (Sandro Mancinelli in testa e, a seguire Silvia Capotosti, Paolo Aleandri e Sandra Albanesi) tra i cuperliani è scoppiato il finimondo. Luisa Ciambella, proposta come capolista dai cattolici, è stata stoppata e a quel punto l’ala fioroniana ha preferito l’Aventino. Morale della favola: per l’assemblea sono stati candidati quattro ex Ds, ovverosia Melissa Mongiardo, Alessio Alessandrini, Paola Grassi e Glauco Clementucci. In tutto questo bailamme non è affatto estranea la scelta che il Pd dovrà fare sull’apparentamento europeo. Se cioè entrare nella grande famiglia del Pse (come auspicato alcuni giorni or sono proprio da Melissa Mongiardo) o rimanere un ibrido come lo è oggi.

Certo è che Beppe Fioroni come la pensi su questo punto l’ha già fatto sapere a chiarissime note, replicando anche all’attuale segretario nazionale Guglielmo Epifani. Piuttosto non va sottovalutato il fatto che il deputato viterbese si stia accreditando sempre più come referente politico nazionale per tutta una serie di associazioni cattolico-moderate sparse lungo lo Stivale. Fioroni, che ci vede lungo, sta insomma mettendo in piedi il suo esercito. Se poi questo gli servirà per venire a patti con Matteo Renzi o per una transumanza da qualche altra parte lo scopriremo solo vivendo.

Articoli correlati:

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Peppe Bucìa è il centro dell’universo per Sassi. Un universo dove non è difficile scorgere le esiziali stelle cadenti Lusi e Aloisio.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da