24112017Headline:

Più di un milione per le imprese viterbesi

Lo staff della Cna con Roberta Proietti nella fase del click day, lo scorso 18 aprile

Lo staff della Cna con Roberta Proietti nella fase del click day, lo scorso 18 aprile

Attiveranno investimenti per 2 milioni e mezzo di euro, i contributi a fondo perduto di importo pari a 1 milione e 250mila euro destinati dall’Inail a 25 tra piccole e medie imprese della Tuscia che, assistite dalla Cna, hanno partecipato al bando del dicembre 2012 per essere ammesse ai finanziamenti volti a migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Si è dunque conclusa positivamente, per l’associazione di categoria, la fase di istruttoria tecnico-amministrativa delle domande curata dall’Istituto. “La quasi totalità delle aziende che si sono rivolte a noi per la presentazione dei progetti – dice Roberta Proietti, dell’Area Sicurezza di Cna Sostenibile – riceveranno, a consuntivo, gli incentivi. Parliamo di contributi in conto capitale nella misura del 50 per cento dei costi del progetto, fino a un massimo, per ciascuna, di 100mila euro. E’ un risultato che, ovviamente, ci riempie di soddisfazione, sia perché queste risorse saranno impiegate per l’acquisto e la sostituzione di impianti e attrezzature e ciò consentirà di rendere più sicuro l’ambiente di lavoro e garantire appieno il diritto alla salute degli addetti, sia perché siamo riusciti a mettere in rete tutte le competenze della squadra Cna per un servizio di alta qualità agli imprenditori”. La Cna ha provveduto alla predisposizione e all’inoltro della richiesta e all’assistenza per lo sviluppo delle fasi successive di realizzazione. Assistenza che sarà confermata in sede di rendicontazione per il rimborso del 50 per cento.

“Il successo dell’iniziativa è dovuto al coinvolgimento degli operatori della Cna nella delicata e difficile fase di inoltro on-line, in un solo giorno, ovvero nel famoso click day, di un numero elevato di domande, nonché all’impegno del personale tecnico di Cna Sostenibile per la selezione, la valutazione, la validazione e lo sviluppo dei progetti”, osserva Proietti, che si sofferma sul ruolo importante giocato dall’Inail.

“E’ evidente che l’Istituto mira, attraverso questa iniziativa ormai annuale, alla realizzazione di attività di prevenzione tangibili -sottolinea-. Abbiamo potuto verificare direttamente che si è trattato di un bando affidabile, trasparente e serio. Con alcuni aspetti forse da affinare e migliorare, ma senz’altro concreto e strutturato in modo da non lasciare spazio a imbrogli o raggiri di alcun tipo. Bisogna altresì riconoscere che la sede Inail di Viterbo, referente territoriale per la presentazione dei progetti e per l’istruttoria delle pratiche, si è distinta per la grande preparazione, la chiarezza e la professionalità dei funzionari di processo prevenzione, in particolare del vicario della sede, Carla Belli”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da