22112017Headline:

Visituscia scalda i motori

Vincenzo Peparello (Confesercenti)

Vincenzo Peparello (Confesercenti)

Si tiene oggi alle ore 11, presso l’Incubatore Icult a Porta Faul, il seminario formativo per gli operatori che parteciperanno alla 6^ edizione di VisiTuscia, il workshop ideato per la promozione e commercializzazione del prodotto turistico della Tuscia. All’evento interverranno una sessantina di operatori fra quelli che già si sono accreditati per la partecipazione alla manifestazione.

Il seminario sarà tenuto da Vincenzo Peparello, esperto marketing e amministratore unico del Cat, che promuove l’evento, e Marco Bruschini, dirigente dell’Enit, secondo cui “VisiTuscia è una grande vetrina dell’offerta turistica di un territorio di eccellenza, di centri turistici e località dove lo spirito di accoglienza e la capacità imprenditoriale delle nostre imprese dell’ospitalità, accrescono la competitività del sistema turistico nazionale. L’ Enit – dice ancora Bruschini – ha riservato alla manifestazione il suo interesse proprio in ragione del ruolo che il workshop si è ritagliato negli anni sui mercati esteri, in particolare su quelli europei. Quest’anno il focus è incentrato su quello russo e dell’Est Europa perché abbiamo ritenuto che sia questo il mercato europeo di eccellenza che può fornire il maggior trend di crescita”. Al workshop, che si terrà presso l’Hotel Salus il 2 dicembre prossimo, prenderanno parte una quarantina di buyer, la metà dei quali provenienti proprio da questi mercati.
Per Vincenzo Peparello, ideatore della manifestazione, questo incontro sarà particolarmente utile per quanti parteciperanno all’evento, molti dei quali sono dei reapeters, ma anche per quanti non vi hanno mai preso parte e non conoscono le potenzialità e le opportunità che il workshop può offrire. “Ad oggi registriamo una settantina di operatori dell’offerta appartenenti al mondo della ricettività, dell’intermediazione, del trasporto, della ristorazione, dell’offerta mare e laghi, delle terme e di tutti i prodotti che il nostro territorio può offrire, Sarà l’occasione per venire a conoscenza dei flussi turistici del mercato russo verso l’Italia e il Lazio, le tendenze e i prodotti richiesti. I dati sono stati forniti dall’Enit e sono conseguenti ad una apposita indagine condotta su quel mercato. Verranno anche presentati i profili dei buyer e degli operatori locali in modo da favorire un migliore approccio alla giornata cruciale della manifestazione che sarà quella del workshop in programma il 2 dicembre”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da