17122017Headline:

“Se non si può cambiare, meglio andarsene”

Giacomo Barelli e Filippo Rossi

Giacomo Barelli e Filippo Rossi

Alta tensione a palazzo dei Priori. Le polemiche di questi ultimi giorni – prima quella sulla festa di luci, poi l’altra sul workshop sportivo – e certe esternazioni apparse in queste ultime ore sui media viterbesi, hanno innervosito molto la pattuglia di Viva Viterbo in consiglio comunale, che ha dato al sindaco un mezzo ultimatum: “Se le cose non cambiano potremmo anche uscire dalla maggioranza”.

Ufficialmente, è ovvio, le bocche sono cucite e nessuno conferma la crisi in atto in queste ore. Ma dietro le quinte i mal di pancia sono fortissimi. Soprattutto, alla banda di Viva Viterbo, non sono piaciute certe dichiarazioni del vice sindaco che ha parlato della necessità di un chiarimento, da attuarsi subito dopo le festività natalizie,

“Noi ci siamo candidati e stiamo stati votati – dice un esponente di primo piano – presentando alla gente un programma chiaro: cambiare e valorizzare questa città che per decenni è stata abbandonata a se stessa. Se non si può fare, nessun problema. Ma noi andiamo all’opposizione”.

Insomma, la strada per Leonardo Michelini si fa in salita, visto che ormai il sindaco si trova stretto dalla tenaglia formata dall’opposizione da un lato e adesso anche da Viva Viterbo dall’altro.

Certo è che la minoranza di palazzo dei Priori ha deciso di usare le maniere forti, utilizzando senza tanti fronzoli la clava del ricorso alla Procura (chissà cosa ne penserebbe il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi se lo venisse a sapere) e alla Corte dei conti per mettere i bastoni fra le ruote della giunta di centrosinistra. Che ora rischia anche di perdere pezzi. Starà alla capacità del sindaco sistemare la crepa, prima che i cocci cadano in terra.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Se così fosse, sarebbe l’ennesima furbata del votivendolo e voltagabbana abituale Filippo Rossi da Trieste. Ovvero: siccome c’è il serio rischio che i callidi politicanti con cui abbiamo stretto un accordo ci caccino (più che giustamente) a calci in c., li anticipiamo uscendo dalla maggioranza.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da