22112017Headline:

“Soriano adesso funziona meglio”

Devid Centofanti

Devid Centofanti

Qualcuno potrebbe avanzare la proposta: “Ma perché non vi chiarite al bar? Oppure apritevi un blog”. Ma la politica è anche questo d’altronde. Un ping pong di comunicati. Notizia fresca e smentita immediata. Così, in atteggiamento tutt’altro che preoccupato, il sindaco di Soriano nel Cimino Fabio Menicacci replica punto per punto alle parole (alle tante lettere in realtà) dell’oppositore Devid Centofanti.

Il consigliere di minoranza lamentava in cima alla sua discreta lista la mancata attivazione della cosiddetta “banca dati on-line”. Tassello focale della campagna elettorale del primo cittadino, ad oggi proposito abbandonato. “La faremo – taglia corto Menicacci – Ma gradualmente. Se prima non si sistemano gli usi civici è proprio impossibile arrivarci. Ci sono 26 anni di arretrati, tra scuole e strutture varie. Carte sulle quali nessuno ha messo mano per una vita. Anzi che ci stiamo pensando noi, con tanta buona pazienza ed anche una discreta spesa economica”.

Depennato il primo argomento. Si procede. Gestione per via diretta del Castello Orsini e delle Scuderie del Palazzo Chigi Albani. “Ecco, qui prima di ogni altra cosa partiamo da un presupposto – prosegue il primo cittadino – la cooperativa che ha la gestione è di Allegrini, che ormai da tempo è uscito dal Movimento Soriano Novo. Quindi non c’è nulla di politico, e i signori che criticano a vuoto lo sanno bene. Tentano solo di far confusione. Delle tre coop locali era l’unica che non lavorava molto, ora lo fa. E ne sono fiero, è il mio compito”.

Panni sciacquati. Scendiamo nel dettaglio. “Il Castello è in affidamento gratuito – parla ancora Menicacci – E in pochi mesi abbiamo ricevuto solo complimenti. Dai turisti stranieri che trovano personale qualificato, dai ristoratori che ne hanno tratto giovamento. Da tutti. Sono partiti in quattro ed ora sono in undici a lavorarci, con cinque laureati in Beni culturali. Insomma mi pare un avvio perfetto. Per quanto riguarda invece l’altro polo, è consentito sotto i 30 mila euro l’affidamento diretto. Punto. Lo abbiamo fatto con trasparenza, prediligendo chi si trovava più in difficoltà. Le chiacchiere lasciano il tempo che trovano. Si può sempre migliorare certo, ma ad oggi le cose funzionano meglio e costano meno”.

Alla prossima puntata.

 

Articoli correlati:

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Al bar dello sport di Centofanti e Menicacci volano castonerie, insulti e stracci.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da