15122017Headline:

Impianti termici: no ai piccoli artigiani

 

Maurizio Mancini

Maurizio Mancini

Tempi durissimi per le piccole imprese. Dopo il caso delle carrozzerie indipendenti, che rischiano la chiusura se dal decreto “Destinazione Italia” non sarà cancellata la norma che introduce l’obbligo della riparazione della vettura incidentata presso l’officina di fiducia della compagnia di assicurazione, esplode adesso quello dei manutentori di impianti termici. Sempre il provvedimento del governo in discussione in Parlamento – denuncia Cna Installazione e Impianti – prevede che la manutenzione e il controllo di sicurezza degli impianti termici presenti nei condomini possano essere affidati solo a imprese dotate di “personalità giuridica”.

“In pratica, si butterebbero fuori dal mercato migliaia di ditte individuali che, con competenza e professionalità, garantiscono la sicurezza degli impianti. E’ un’assurdità che deve essere eliminata dal decreto”, afferma Maurizio Mancini, responsabile di Cna Installazione e Impianti di Viterbo e Civitavecchia.

Il problema è stato sollevato dall’associazione di categoria anche con una lettera all’Antitrust. “L’esclusione delle imprese individuali è, secondo noi, illegittima -prosegue Mancini-. Lo dice la Cassazione, che in una sentenza ha assimilato l’impresa individuale alla persona giuridica, precisando che ogni interpretazione diversa comporta una disparità di trattamento ingiusta. Riservare la manutenzione a Srl e Spa, significa alterare le regole del mercato”.

In gioco, anche in questo caso, c’è peraltro la possibilità, per il consumatore, di scegliere l’artigiano di fiducia.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Un giorno qualcuno ci dovrà spiegare perché tutte queste lettere a chi non è abituato a leggere e ad ascoltare bensì a riempirsi le tasche con pingui gettoni (è proprio il caso dell’Antitrust).

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da