22112017Headline:

Le auto non spariscono solo a Natale

park in piazza fontana grandeVia le auto dalle piazze storiche della città. Quelle monumentali, quelle con le antiche fontane, quelle che tutta Italia invidia a Viterbo e che invidierebbe ancora di più se lo potesse vedere meglio. Succederà a giorni, dopo il felice esperimento delle festività natalizie.
Lo dice l’ordinanza della Polizia locale – firmata dal comandante Franco Fainelli in data 10 gennaio -, che arriva in seguito alla delibera della giunta dello scorso novembre, e della precedente approvazione (all’unanimità) da parte del consiglio comunale delle linee guida per il centro storico studiate dall’assessore Alvaro Ricci. Non solo: a monte di queste decisioni nero su bianco c’è anche un’accurata relazione tecnica del VII Settore, il personale del quale ha elaborato uno studio per individuare nuovi parcheggi da sostituire quelli inevitabilmente soppressi sulle piazze. Perché va bene la valorizzazione del centro storico, la civiltà di potersi fare una passeggiata senza inciampare in una Lada Niva lasciata sotto Fontana Grande, però servono anche le alternative, lo sfogo delle esigenze dei residenti e di tutti i frequentatori più o meno abituali del centro storico. E in ogni caso, c’è ancora molto da fare, e l’ufficio speciale ad hoc e al lavoro.
Prima di entrare nel dettaglio dei provvedimenti, va detto che entreranno in vigore non appena verrà modificata la segnaletica delle zone interessate, quella verticale (cartelli) e quella orizzontale (strisce). Giusto il tempo di fare qualche lavoretto elementare, e dunque pochi giorni, visto che siamo a Viterbo e non sulla Salerno – Reggio Calabria. Si viene comunque incontro alle speranze di Ricci, che auspicava un minimo di continuità dopo l’esperimento (ben riuscito) dei tre finesettimana natalizi. Un segnale chiaro anche per tutti quei cittadini che sognavano da anni le parti più importanti del centro storico finalmente libere dalle auto. Un ennesimo mal di pancia, invece, per quei commercianti (pochi per la verità) che ancora restano arroccati sulla difesa dei loro privilegi dal sapore vagamente medievali.
park in piazza delle ErbeEcco le misure. A partire da piazza Fontana Grande, quella tante volte (forse troppe) usata per rappresentare lo stato dell’arte, anzi del disastro. Qui, sul lato della fontana, e in via Macel Maggiore, piazza don Mario Gargiuli e piazza San Maria Maggiore sarà vietata la sosta nell’arco delle ventiquattro ore, con rimozione forzata. Lo stesso per piazza della Morte e piazza San Carluccio, dove però sono previsti quattro (due e due) posti auto riservati ai disabili. Praticamente tutto il quadrante occidentale, tra piazza del Plebiscito e il Duomo, sarà off limits al parcheggio, considerando che in piazza San Lorenzo già da tempo (in teoria) non si può ne posteggiare né transitare.
E i nuovi parcheggi individuati? Ben diciassette (uno dei quali per disabili) sono in via Garibaldi, lato destro della strada scendendo da Porta romana. A pagamento dalle 8 alle 20 dei giorni feriali. Altri sei (due per disabili) in piazza Fontana Grande, lato destro. Questi saranno gratuiti, ma con un tempo limite di mezz’ora. Cinque nuovi posti auto a pagamento in via Sant’Antonio, sul lato sinistro della strada che conduce da Porta Faul a via di Valle piatta. Sempre in via Sant’Antonio, nel tratto tra via di San Clemente e via Vallepiatta, i dieci posti auto già presenti gratuitamente, diventano a pagamento dalle 8 alle 20. Tre nuovi posti a pagamento anche nella stessa via San Clemente, sul lato sinistro, mentre i quattro spazi già presenti gratis diventano a pagamento. Per questa zona, sul colle del Duomo, si prospettano tempi più lunghi visto che da quelle parti si sta lavorando per la realizzazione dell’ascensore per piazza San Lorenzo.
Naturalmente, laddove è previsto il pagamento del ticket, saranno esentati i residenti che espongono il contrassegno del relativo settore sull’auto.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

2   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    C’è un metodo semplice semplice per evitare che le macchine parcheggino abusivamente nelle stupende piazze viterbesi: multe e rimozioni salatissime.

  2. Massimiliano Forieri scrive:

    Purtroppo il danno a Natale è stato fatto, non tanto per i posti auto mancanti quanto per l’assurda viabilità messa in atto, oltretutto con informazione pressoché nulla.
    Il tutto si è tradotto con un calo delle vendite del 20% e più rispetto all’anno precedente (già magro di suo). Aggiunto al danno, la beffa, i divieti esistenti nei giorni di lavoro sono scomparsi nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno, con le auto libere di andare e fermarsi ovunque (palazzo dei papi compreso). Ora va bene liberare le piazze e le fontane e ottima l’idea di recuperare posti auto, ma che si facciano pure i controlli altrimenti sarebbe tutto vano. E che si facciano scelte più sensate (e comunicate per tempo, in modo efficace) per la viabilità in occasione di eventi nel centro storico.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da