24112017Headline:

Le scuole di Nepi coinvolte nell’intercultura

???????????????????????????????

Grande successo di pubblico nei giorni scorsi presso la sala consiliare del Comune di Nepi, dove l’associazione culturale “Antiquaviva” ha presentato il libro “ Amici per la pelle -Viaggio nell’Intercultura “ , frutto dei risultati di un complesso progetto educativo interculturale dell’istituto comprensivo “A. Stradella”, che ha coinvolto gli alunni delle scuole di Nepi e Castel S. Elia, dai più piccoli agli adolescenti.

Lo scopo principale dell’associazione, sotto la presidenza di Daniele Soldatelli, è quella di promuovere attività culturali e pubblicazioni di collane di ricerche di storia, economia e cultura popolare e quest’anno essa ha voluto dedicare un suo volume all’educazione interculturale nelle scuole, vista la centralità del tema nella società multiculturale attuale.

All’incontro sono intervenuti il sindaco di Nepi Franco Vita, il sindaco di Castel Sant’Elia Rodolfo Mazzolini e l’assessore all’ istruzione di Nepi Francesco De Fazio, per sottolineare l’attenzione riservata dalle istituzioni al tema dell’intercultura, perché l’elevata presenza di alunni stranieri nelle nostre scuole è un fenomeno che coinvolge ormai non solo le grandi città, ma anche i piccoli centri.

Nel corso della presentazione, significativi sono stati gli interventi del dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “A. Stradella” Patrizia Patrizi, forte promotrice del progetto, mostrando sempre grande sensibilità verso un approccio pedagogico interculturale, le insegnanti Maria Rosaria Tummino, esperta conoscitrice dei rapporti tra intercultura e scuola e l’insegnante Rita Ottaviani, referente del progetto “Amici per la pelle”, la quale , con un eccezionale lavoro, ha curato il volume pubblicato.
Piena soddisfazione di tutti per il buon esito dell’incontro, significativa esperienza di conoscenza e confronto, da cui è emerso che l’educazione interculturale , nella scuola di oggi, è un valore fondamentale del processo educativo, per ridurre i pregiudizi, aprire alla multiculturalità e allo spirito di solidarietà le generazioni future.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da