19092017Headline:

“Mancata commemorazione? Chiedo scusa”

Porta Romana bombardata

Porta Romana bombardata

Dal signor Gianluca Sisti riceviamo e pubblichiamo:

Si, voglio chiedere scusa alla cittadinanza di Viterbo. Ma per cosa? Quest’anno ricorreva il 70° anniversario del bombardamento della città di Viterbo avvenuto il 17 gennaio 1944. Ho avuto la fortuna di conoscere le persone che compongono il Comitato di commemorazione religiosa e cittadina e, volendo contribuire alla realizzazione di questa importante commemorazione, ho presentato loro le mie idee che sono state subito accolte.

In particolare ho espresso loro il desiderio di arricchire la mostra fotografica, che si sarebbe dovuta tenere nella Sala degli Almadiani, inserendo all’interno della sala, delle teche e dei manichini con i quali esporre al pubblico parti di divise o suppellettili originali dell’epoca che alcuni privati collezionisti avevano già accettato di concedere per tutto il periodo della mostra.

Poi ho proposto di esporre, sul sagrato antistante la sala, alcuni mezzi storici (tra cui due sidecar, una jeep Willis ed una Kubelwagen) che sempre privati collezionisti avrebbero messo a disposizione; non solo, gli stessi proprietari avrebbero accompagnato i loro mezzi indossando repliche di uniformi dell’epoca facendo non solo da cornice ai mezzi stessi, ma rimanendo a disposizione di chiunque avesse desiderato spiegazioni sui mezzi o avesse semplicemente voluto fare una foto ricordo.

Come ultimo avevo proposto un concerto gratuito per la cittadinanza che sarebbe stato eseguito dalla banda musicale della Nato. (infatti mi ero già attivato e mi ero accertato che la stessa non avesse impegni per quel periodo).

Il progetto così concepito è stato quindi stilato e spedito in via preliminare via mail e poi consegnato a mano presso la segreteria del sindaco di Viterbo in data 29 ottobre 2013. Da allora è iniziato un calvario disseminato di innumerevoli mail, telefonate e giorni di ferie persi nella vana speranza di poter incontrare il primo cittadino, o il suo assessore alla cultura, per poter esaminare il progetto, non tanto per discutere sulla fattibilità dello stesso che, peccando di presunzione, davo per scontata, quanto per conoscere se era intenzione dell’amministrazione partecipare attivamente alla realizzazione del progetto, magari concedendo a titolo gratuito la sala degli Almadiani o facendosi carico della stampa delle locandine e dei manifesti pubblicizzanti l’evento.

Inutile dire che i giorni sono volati ma non ho ottenuto risposte se non elusive dovute, forse, agli altri importanti impegni della Giunta che hanno fatto probabilmente passare la commemorazione del 17 gennaio in secondo piano. La lettera di risposta del Comune, che autorizzava esclusivamente la mostra fotografica, è arrivata il 20 dicembre 2013: troppo tardi per permettermi di organizzare qualsiasi cosa (visto anche l’imminente inizio delle festività natalizie). Ho quindi dovuto dire di no alla banda della Nato ed ai tanti cittadini, anche non viterbesi, che avevano dato la loro disponibilità per la realizzazione dell’evento.

Detto questo intendo chiedere scusa a tutti gli sponsor (tra cui Maurizio Merlani e la Ditta PantaCZ), gli altri enti (quali l’Università degli Studi della Tuscia e la Fondazione Carivit) ed i mezzi d’informazione (soprattutto la Rai) che avrebbero dato il loro supporto. Chiedo inoltre scusa a tutti i cittadini viterbesi, ai quali sarebbe piaciuto ricordare in maniera diversa il seppur tragico evento.

Tuttavia mi dispiace aver appreso che alcuni cittadini si siano lamentati nei confronti del Comitato per non aver organizzato nulla o, a dir loro, molto poco. Da parte mia prometto di non abbandonare il progetto, anzi spero di poterlo realizzare il prossimo anno. Unico vero rimpianto? Il fatto che il 70° viene una volta sola.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Il 70° viene una volta sola, ma i nostri amministratori pubblici sono altresì una bella sòla.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da