25112017Headline:

Rifiuti, per Panunzi è strumentalizzazione

Enrico Panunzi

Enrico Panunzi

Per capirci qualcosa probabilmente toccherà andare in discarica e controllare i libretti di circolazione di ogni camion in entrata. Comunque proviamoci. Partendo da un utile piccolo riassunto. La Provincia (prima dell’abbandono del presidente Marcello Meroi), nei panni dell’assessore Paolo Equitani, si rende conto che sul discorso mondezza qualcosa non torna. In sostanza la Regione ha (a parer loro, anzi senza il parer loro) concesso l’entrata dei rifiuti di Formello e Trevignano Romano nella città papale. Rifiuti che si vanno ad aggiungere a quelli di Rieti, oltre chiaramente ai nostri. E quindi tutto il lavoro svolto per arrivare alla differenziata risulta inutile. Perché da un lato Viterbo si impegna a non riempire con pericolosa velocità le vasche, dall’altro però gli stessi invasi si gonfiano di scarti capitolini. Col risultato che, in parole povere, nel giro di pochi mesi l’impianto arriverà al collasso.

Questo quanto emerso ad oggi. Con l’interrogativo d’obbligo e consecutiva da girare ai consiglieri regionali. D’altronde ce ne abbiamo mandati tre nella stanza dei bottoni. Il sorteggiato di turno (l’unico in verità che ha risposto al telefono) è Enrico Panunzi. Cosa ne pensa? “Ho sottomano tutto il capitolato – risponde durante uno spostamento in auto – e la documentazione completa. Quand’è esploso il caso mi sono immediatamente informato. Non si può parlare tanto per…”.

Okay, parliamone allora. “C’è poco da dire – aggiunge – Non vorrei che fosse la solita strumentalizzazione tramite stampa. Un accordo con l’Ecologia (la ditta che gestisce Casale Bussi, ndr) c’è. Non lo nego. Ma se andiamo a guardare i quantitativi non vi sono modifiche sostanziali”.

Eppure Equitani giurerebbe che si è passati da 182 mila tonnellate a 215 mila annue. Non un paio di buste in più. E sostiene la teoria con tanto di prove cartacee. “Non specifica però che sugli ‘speciali’ si scende da 30 mila a 10 mila – parla ancora Panunzi – Basta fare un piccola sottrazione per capire che quelle 20 mila compensano quanto descritto sopra”. Chiarito l’enigma. Secondo la sponda Pd è solo una faccenda matematica. E i conti tornerebbero. Rimane però da spiegare la manovra legata a Formello e Trevignano Romano. “Per quanto ne so io i due comuni capitolini scaricano a Cupinoro – spiega – Al massimo potranno chiedere di venire a trattare da noi. Ma poi se la riprendono e se la portano via. Quindi niente Fornaci, tutt’al più un passaggio indolore da Casale Bussi”.

Ora, la Provincia (rimpasti a parte) è decisa a bloccare ogni singolo mezzo che sopraggiungerà senza permessi. La Regione invece è convinta che sia tutto in ordine. Chi la spunterà non è dato saperlo. Il rischio invece è che a rimetterci (ancora una volta) sarà solo il cittadino: è quasi garantito.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    L’onorevolino Panunzi sa contare: questo sì che è uno scoop!

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da