21102017Headline:

Sicurezza sul lavoro: via alle domande

Si partirà il 21 gennaio con l’inoltro online delle domande per accedere ai contributi dell’avviso pubblico Inail a favore degli investimenti rivolti al miglioramento delle condizioni di sicurezza negli ambienti di lavoro. Tra i primi impegni del 2014, le imprese interessate a cogliere questa opportunità devono dunque mettere la preparazione dei progetti da presentare per partecipare al bando. La raccomandazione arriva dalla Cna di Viterbo e Civitavecchia, che, anche per la nuova edizione dell’avviso Inail Isi, garantirà, grazie alle competenze di Cna Sostenibile, un servizio di consulenza e assistenza, dalla predisposizione della documentazione fino alla rendicontazione.

I progetti dovranno essere inviati all’Istituto, come negli anni precedenti, per via telematica, dal 21 gennaio, appunto, all’8 aprile; se le caratteristiche degli interventi da realizzare saranno in linea con quelle fissate dal bando, le imprese potranno partecipare alla fase successiva di trasmissione della domanda. I finanziamenti, assegnati fino ad esaurimento dei fondi, in ordine cronologico di arrivo delle richieste, sono a fondo perduto, ma, rispetto al passato, l’importo massimo concedibile aumenta al 65 per cento delle spese ammissibili (nel 2013 non superava il 50 per cento), con un tetto di 130mila euro. Ed è possibile, per i progetti che superano i 30mila euro, ottenere una anticipazione pari al 50 per cento degli importi previsti.

Il punteggio per l’accesso agli incentivi viene determinato tenendo conto di diversi elementi, come le dimensioni dell’impresa, il livello di rischio delle lavorazioni e l’efficacia dell’intervento proposto.

Con questo bando, l’Inail finanzia, come è noto, gli investimenti finalizzati alla tutela della salute e alla prevenzione degli infortuni; l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale; la sostituzione o l’adeguamento di attrezzature messe in servizio anteriormente al 21 settembre 1996 con attrezzature rispondenti ai requisiti indicati dalla normativa attuale.

“Diverse aziende del nostro territorio hanno usufruito, lo scorso anno, degli incentivi. Nel caso delle 25 imprese della Tuscia che hanno ottenuto i contributi con l’assistenza della nostra associazione, sono stati attivati investimenti per due milioni e mezzo di euro. Si tratta di un risultato che consideriamo molto importante, soprattutto in tempi di crisi, e che potremo ampiamente migliorare, considerato che per il Lazio le risorse a copertura del bando sono raddoppiate, fino a toccare la somma di 40 milioni e 830mila euro”, dice Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia.

Info: a Viterbo, Cna Sostenibile, in via Monte San Valentino 2, telefono 0761.176831. A Civitavecchia, Cna, in via Palmiro Togliatti 7, telefono 0766.542213.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da