19092017Headline:

“Vade retro, unioni civili”

Carla Vanni

Carla Vanni

Fermi tutti. Con l’istituzione del registro per le coppie di fatto la famiglia perderà il proprio valore. E a dirlo non è la Chiesa (nel senso più ampio del termine), bensì un trittico di associazioni – non riconducibili a padre, figlio e spirito santo – riunitesi all’interno della parrocchia viterbese del Murialdo, tra crocifissi e materiale per il catechismo, che profumano tanto di Santa Inquisizione riveduta e corretta, stile ventunesimo secolo.

Procedendo per ordine. In primis la parola (o il verbo) va al “Movimento per la vita”. Che parte largo e si chiede come mai di domande per il dibattito tenutosi in Comune, alla scadenza del termine, ce ne stavano solo un numero. Magicamente (miracolo) incrementato il giorno stesso dell’assemblea (chiaramente solo nelle unità a favore). “Ciò ha condizionato la qualità dell’incontro – specifica Stefano Barbacci – E se non bastasse la presidente Mongiardo non ha saputo mediare agli insulti personali, tutt’altro che costruttivi, che ci sono stati rivolti. In sostanza parlerei di due pesi e due misure, clima fazioso e pessimo trattamento. Cose che non fanno onore alla città di Santa Rosa”. Olé.

Palla a Andrea Filoscia, per “Scienza e vita”. “Partiamo dal presupposto che non si tratta di un’iniziativa popolare – chiarisce il quasi-avvocato – bensì è un’idea del consiglio, appoggiata poi da altri. Nel regolamento non si parla mai di coppie, ma di unioni civili. Col rischio che sarebbero valide anche se ci si presentassero più di due persone. Assurdo. Mancano le incombenze, presenti quindi solo i benefici. Sulla base di ciò quanti abusi ci potrebbero essere? È tutto grottesco, pressappochista. Si è addirittura strumentalizzata la costituzione”.

Chiude la portabandiera della campagna, Carla Vanni. “Ci hanno accusati di essere andati a cercar firme fuori le chiese – tuona – E cosa c’è di male? Noi abbiamo per caso  protestato quando gli altri le hanno trovate dentro l’Arci? Poi ce le hanno addirittura contate e spulciate. Nel tentativo di invalidarle. Quelle firme, 2084 le nostre, 1100 le loro, rientrano nelle ‘petizioni per sensibilizzazione’, e non hanno alcun valore legale. Inoltre quanti su Internet hanno messo un nome fittizio al posto loro, poiché di notte non si è ben lucidi, sono già sotto l’occhio della Digos. Se infine verranno annullate torneremo fuori le chiese e spiegheremo che il parere dei firmatari per alcuni non è valido. Ma in Comune lo sanno che i banchi non li frequentano più solo i democristiani ma pure quelli del Pd? Gli stessi che si sono lamentati con noi perché tale proposta non era nel programma elettorale?”.

Mitragliate finali. “A chi interessa questo registro? – prosegue la rappresentante di ‘Sì alla famiglia’ – In tutta Italia ha fallito. Dobbiamo tutelare gente che non si prende impegni nemmeno nei confronti di se stessa? Se l’amministrazione lo apre per poche unità ne prenderemo atto. I problemi sono ben altri…”. “La coppia di fatto è già privilegiata – ritorna a bomba Barbacci – Penso al diritto all’asilo nido piuttosto che all’entrata in certi concorsi. Questa è la strada che porta alla precarietà, tanto dei valori quanto delle responsabilità”. “Siamo per il no a prescindere, anche se lo modificano – aggiunge in allegria Filoscia – Ci basiamo sulla famiglia. Quella sancita dalla costituzione”.

E detto ciò ognuno tragga le proprie riflessioni. Amen.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

2   Commenti

  1. Luigi Tozzi scrive:

    Magari il titolo è un po’ forte ed induce a credere che il nostro caro giornalista abbia già la sua opinione sulla vicenda. Magari alcuni olè sono di troppo. Magari si potrebbe domandare da dove veniamo e se ci sono altre possibilità naturali per nascere su questa Terra. Magari..

  2. Giorgio Molino scrive:

    Santa Inquisizione (viterbicola) del ventunesimo secolo? La storia si ripete sempre come farsa, come diceva un certo Karl.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da