21112017Headline:

“Alla Pro-loco 62.000 euro senza ricevute”

Devid Centofanti

Devid Centofanti

Dal consigliere comunale del Pd Devid Centofanti riceviemo e pubblichiamo:
Leggo, con non poco stupore e indignazione, la delibera n. 291 dello scorso dicembre, con la quale viene assegnato un ulteriore contributo, circa 32.000 euro, alla Pro Loco per le iniziative della passata estate sorianese. Non posso credere che il denaro pubblico venga gestito con così tanta approssimazione e superficialità dall’amministrazione Menicacci. Infatti, nel luglio 2013 la giunta comunale approvò un progetto complessivo per la realizzazione degli eventi estivi con un importo pari a 30.000 euro redatto dall’associazione Pro Loco. Nell’ultima delibera leggiamo che con lettera depositata al protocollo n 14756/13, a firma del presidente, l’associazione chiede un ulteriore contributo per aver superato il budget previsto a sostegno delle iniziative.

In conclusione la giunta delibera quasi 62.000 euro per il realizzato programma estivo presentato dall’associazione Pro Loco.
Mi chiedo, con quale delibera o atto amministrativo è stato autorizzato un arricchimento del programma estivo, raddoppiando di fatto, il costo iniziale? Oltretutto, perché non viene allegata nella delibera tutta la rendicontazione degli eventi sostenuti con la maggiorazione dei costi? Questo richiede il regolamento del comune, semplici basi di trasparenza.

È del tutto evidente che si vuole continuare a colpire la partecipazione dal basso con scelte al di fuori di ogni coinvolgimento democratico e trasparente.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Per essere una storia di spreco di soldi pubblici che si rispetti manca l’escort o la segretaria “a contratto”. Si vede che siamo proprio dei poveri provinciali…

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da