22102017Headline:

Carnevale, nuovo bando last minute

La presidente della Pro Loco Irene Temperini

La presidente della Pro Loco Irene Temperini

Cosa ci fa una “commissione scientifica” in camicie bianco all’interno di palazzo dei Priori? Valuta le frappe. Misura le chiacchiere. Pesa le zeppole. Assegna, in sostanza, la vincita del bando comunale uscito ieri mattina (con leggerissimo ritardo). Quello relativo al Carnevale. Diecimila euro da destinare al miglior progetto in maschera, in base a un punteggio (decretato dai tecnici di cui sopra) che aumenterà proporzionalmente non alle idee, ai costumi, ai coriandoli, bensì alla qualità del mercatino di prodotti alimentari a tema. E la prima domanda è: ma il mercatino non si fa a Natale?

Comunque. L’avviso scade il 17, alla faccia della superstizione. E chiaramente prima del 21, 22 non si conoscerà il fortunello aggiudicatario (quello del teatro ad esempio si è chiuso il 16 gennaio, ma ancora non è stato formalmente sistemato). Peccato però che poi i giochi partano il 27, per chiudersi il 4 di marzo. In appena cinque sei giorni quindi si dovrà pensare ad allestire, pubblicizzare, convincere la gente a venire e via discorrendo. Col rischio che si finisca per incappare nel consueto buco nell’acqua. Acqua salata, oltretutto.

Reazioni a caldo. Internet è un vespaio di critiche, i social network più o meno velatamente gridano allo scandalo. E ci chi giurerebbe di sapere da molto tempo (tipo dallo scorso 25 dicembre, c’era ancora il mercatino al Sacrario) nelle mani di chi cadrà l’organizzazione della faccenda. Staremo a vedere.

Per non scadere nel qualunquismo comunque riportiamo solamente il parere della Pro Loco (unica associazione nata realmente senza scopo di lucro, dall’alba delle associazioni). “Un paio di mesi fa avevamo parlato col Comune – dice la presidente Irene Temperini su Facebook – Una chiacchierata amichevole. Volevamo metter su un Carnevale come ai vecchi tempi. Carri, concerti, sfilate. In più erano previsti laboratori per bambini nelle scuole e piena cooperazione tra le varie realtà del territorio. All’amministrazione la cosa era piaciuta. Poi nulla più, il silenzio. Credevamo fosse saltato. Ed ora invece ecco questo anomalo avviso”. Sul quale anche la consigliera di minoranza Chiara Frontini ha sollevato perplessità (per non chiamarle irregolarità).

A cosa andremo incontro? Il malumore generale porterà ad una sola conseguenza, anche positiva volendo. La rete. Tutte le entità incazzate (gergo tecnico) si uniranno e presenteranno diverse proposte. Al fine di battere un (presunto) nemico che ad oggi non ha un nome. E che, sponsorizzato o non sponsorizzato dal Comune, sarà comunque lapidato (ed etichettato) qualora trionfi sugli altri.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Carnevale, ogni porcata vale.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da