17082017Headline:

La strana coppia: il Corsaro e la Sora Lella

Alvaro (Ricci), piuttosto corsaro

Alvaro (Ricci), piuttosto corsaro

Lui è lì da un pezzo, con la solita borsa a tracolla, e chissà cosa ci tiene dentro. Lei si fa aspettare, çomme il faut, e quando arriva si notano gli stivali. “Scusate, sono stata fino adesso sui cantieri”, dice manco fossimo in piena Val di Susa. Lui se la guarda con quella faccia un po’ così che abbiamo noi che abbiamo visto il Pilastro. Lei si accomoda dalla parte opposta del tavolo, a distanza di sicurezza.
La conferenza stampa di presentazione dell’accordo sul Durc (ne raccontiamo altrove l’aspetto tecnico) è soprattutto roba loro, di Alvaro piuttosto corsaro e della Sora Lella. Gli assessori che non si parlano ma si scrivono (lettere infuocate). I due poli della giunta Michelini. Mister Urbanistica e miss Lavori pubblici. Ci voleva questo incontro alla Cassa Edile per vederli da vicino, studiarne i comportamenti, registrarne i versi. Come nei documentari del National geographic, insomma.
La Sora Lella non si è presentata da sola. La scortano il dirigente Dello Vicario – il dinamico duo già ha affrontato belle grane, come quella sui rifiuti da Roma – e un altro impiegato comunale. Sono arrivati con la Panda bianca dell’ufficio, un understatement che ricorda la bicicletta di Ignazio Marino. Lei si presenta così: “Piacere, Lella Saraconi”. Verrebbe da baciarle la mano, alla francese.
E infatti Alvaro è galantuomo, nonostante il soprannome piratesco, e cede alla Lella il primo commento sul Durc. Lei se la cava: “Ci vorrebbero più protocolli così”. Quando tocca a lui, Ricci sfodera tutta la sua competenza sull’argomento edile, affinata in anni trascorsi all’Ater: spiega, afferma, sottolinea, suggerisce, propone. Ad un certo punto viene quasi da dirgli basta. Meglio concentrarsi sulle cose pratiche, reali, tipo quello che bolle in pentola. Progetti che il Comune di Viterbo intende realizzare. Appalti pubblici per migliorare la città e nutrire l’economia. Qui inizia il derby tra il Corsaro e la Sora. Una sfida a colpi di mattone, sia chiaro.

La sora Lella (Saraconi)

La sora Lella (Saraconi)

Parte Ricci, da 180 metri come la contessa Serbelloni Mazzanti Vien Dal Mare: “Il patto di stabilità ci frena, abbiamo 25 milioni che non possiamo spendere”. Tuttavia: “Il mio compito è quello di integrare le esigenze della pubblica amministrazione con quelle delle aziende che vogliono lavorare”. E perciò: “Stiamo lavorando sui piani integrati, rispettando gli sforzi delle imprese che li hanno progettati. C’è il quadrante nord (Poggino, Cassia) per il quale entro un mese, un mese e mezzo, porteremo in consiglio comunale, non prima di esserci confrontati con i privati e i sindacati”. Insomma, roba che si sapeva.
Tocca alla Sora Lella, a raffica: “C’è il progetto sulle mura, si sta approvando il bando. Un milione e trecentomila euro che sono allo stesso tempo un’opportunità di lavoro e un modo concreto per sistemare la nostra cinta muraria. Ci sono i progetti Plus, che sono già partiti. C’è il centro civico sportivo di Santa Barbara, il cui bando scade il 15 e che riscuote parecchio interesse”. Tanta roba, signora mia.
Ricci, forse punto nel vivo, forse per sottilissima strategia, si tiene il dolce nel finale: “Non dimentichiamoci del progetto Civiter, l’asse Civitavecchia, Viterbo, Terni e Rieti. Un’alleanza fondamentale, sulla quale stiamo lavorando da tempo (tradotto: sto lavorando) e che porteremo (tradotto: porterò) in giunta il prima possibile. Vi posso dire ormai per certo che la sede di questo accordo tra territori sarà proprio Viterbo”. Gioco, partita, incontro.
E ci vediamo alla prossima puntata della fantastica storia di Alvaro il Corsaro e della Sora Lella, una favola dei nostri tempi. Vuoi vedere che sotto sotto…

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Una disputa davvero appassionante, meglio dei cartoni animati.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da