26092017Headline:

“Mi assento. Cedo la mia indennità all’asilo”

simone olmati

Simone Olmati

Una mosca bianca? Forse. Un extraterrestre? Probabile. Fatto è che Simone Olmati, assessore alla Cultura del Comune di Caprarola, dal momento che per qualche settimana dovrà assentarsi dall’incarico in quanto parteciperà a un programma di studio negli Stati Uniti, durante il suo periodo di assenza, devolverà l’intera indennità alla scuola pubblica di Caprarola.

Incredibile, ma vero. Pur non trattandosi di grandi cifre, il giovane assessore merita comunque il plauso incondizionato della sua comunità (e non solo) per un gesto che contribuisce a riqualificare una classe politica fin troppo detestata al giorno d’oggi.

Dice Olmati: “In un paese normale questo dovrebbe essere semplice buon senso, ma data l’anomalia italiana, mi sono sentito in dovere di specificare quanto segue per maggiore trasparenza e correttezza. Ho accettato questa opportunità arrivata vincendo una selezione dopo otto anni di studio e di sacrifici, anche perché non essendo un politico di professione, risulto essere attualmente un ex studente disoccupato. Pur trattandosi di un periodo molto breve, ad ogni modo, svolgerò il mio compito gratuitamente e al meglio grazie agli attuali mezzi di comunicazione e alla collaborazione con il consigliere Lucarelli, senza alcun onere per le casse comunali. Devolverò l’intera indennità a favore dell’asilo nido e dell’Istituto Comprensivo di Caprarola con modalità che mi piacerebbe concordare con le insegnanti e con i genitori che vivono la scuola pubblica tutti i giorni e conoscono le sue problematiche. Sce gliere a chi destinare queste poche centinaia di euro è difficile, vorrei sostenere alcuni ambiti problematici, ma le scuole restano il futuro del nostro paese. Bisogna insegnare ai bambini a pescare e non semplicemente regalargli del pesce già pescato. Questo mi sembra non solo un gesto simbolico, ma anche un piccolo concreto aiuto per chi spesso si trova a dover acquistare di propria tasca materiali per le scuole, quaderni e perfino la carta igienica”.

Bravo Olmati. La speranza è che ci siano altri politici a seguire il suo esempio.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Philip Red from Trieste and Bar & Elly from Civitavecchia non l’avrebbero mai fatto.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da