20112017Headline:

Notizia sconvolgente: Barelli si dimette?

L'assessore alla Cultura Giacomo Barelli

L’assessore alla Cultura Giacomo Barelli

Questa volta, a disturbare il sonno dei viterbesi, sono le dichiarazioni dell’assessore alla Cultura, Giacomo Barelli, il quale, nell’evenienza che la prossima manifestazione di “Caffeina” non si realizzi per mancanza di fondi, si pone forti interrogativi e ferme riflessioni su una circostanza che non può essere accettata, alla stessa stregua del “festival di Spoleto” semmai dovesse saltare per i più svariati motivi. Il dinamico assessore, nella sua uscita pubblica, quasi a voler tranquillizzare i cittadini su certe sue decisioni che, in politica, potrebbero tramutarsi anche in dimissioni, dimentica, in quanto assessore non eletto ma, semplicemente nominato, che potrebbero essere veramente pochi coloro che si strapperebbero le vesti per quanto vorrà decidere per la mancata apertura di Caffeina.

Mentre la città aspetta con ansia le risolutezze di Barelli, visto che lo stesso ha azzardato una specie di graduatoria sull’importanza che rivestono tutte le manifestazioni culturali, siamo veramente curiosi di sapere dallo stesso quale evento inserirebbe ai primi posti nella scala di valori culturali che Viterbo detiene e che non generino dubbi su potenziali “conflitti di interesse”. Se poi, dovessimo tutti rassegnarci alle onorevoli dimissioni dell’assessore alla Cultura per il mancato godimento di “Caffeina”, sarebbe oltremodo opportuno valutare da subito i possibili effetti destabilizzanti sulla “maggioranza” del consiglio comunale di Viterbo che, a quanto ci risulta, ancora non si è minimamente preoccupata per tale “scioccante” ipotesi congegnata ad arte dal laborioso assessore Giacomo Barelli.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Caro Santucci ucci ucci sento odor di poltronucci, questi sono della stessa risma dei suoi cari “amici” democristiani, non si dimettono neppure con le cannonate.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da