21112017Headline:

Un cartello turistico che è una vergogna

L'antico cartello sulla Tuscanese

L’antico cartello sulla Tuscanese

Il cartello strada è vero, autentico, originale al cento per cento. E’ piazzato sulla provinciale Tuscanese, alle porte di Viterbo, per chi viene da Tuscania e, tutto sommato, dal mare, da Tarquinia e Montalto, ma anche dall’Aurelia e dunque da Grosseto al nord o da Civitavecchia al sud. Lì, dove sarebbe dovuto sorgere l’aeroporto turistico (ah, ah, ah). E’ un’indicazione turistica: voltare a destra per le Terme e la necropoli etrusca di Castel d’Asso, cioé due siti di una certa rilevanza, due bellezze del capoluogo. Due cose da vedere, insomma.
Sulla datazione di questo cartello, però, gli studiosi sono divisi: di certo è antico, risale ad un’epoca passata. Le indicazioni delle distanze in chilometri (e non in leghe, né in stadii, né in miglia) lascerebbe comunque pensare che appartenga comunque al secolo scorso, quando già era entrato in vigore il sistema metrico decimale. Per fortuna del viaggiatore o turista, che altrimenti avrebbe dovuto cimentarsi in una difficile conversione dell’unità di misura. Altro aspetto interessante è il colore del pannello. Di un giallo intenso, che rimanda alla Ribolla, con toni di foglie autunnali e sentori di cuoio: da consumare alla temperatura di otto gradi centigradi abbinato a carni bianche o sogliola alla mugnaia. La macchie di ruggine e la leggera piega del metallo gli conferiscono quel tono vagamente vintage, non si sa quanto voluto.
Morale della favola: in attesa di sviluppare le terme, di farne un volano dell’economia viterbese, aspettando che la necropoli di Castel d’Asso sia ripulita, mantenuta e magari rilanciata, vale davvero la pena aggiornare i cartelli? Metterne di nuovi, visibili e dignitosi, specie nei punti chiave di passaggio e accesso alla città? Sì che varebbe la pena, e non costerebbe neanche tanto. Nel resto del mondo – e pure su qualche pianeta della via Lattea – lo avrebbero già fatto. Ma qui siamo a Viterbo, e si fanno altri ragionamenti (o non si ragiona affatto).

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Tra poco lo sostituiranno con un cartello più turisticamente corretto: Viterbo città aeroportuale e kulturale.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da