23072017Headline:

Acquapendente minaccia la class action

cassia

Il consiglio comunale di Acquapendente ha votato all’unanimità nei giorni scorsi, l’ordine del giorno sulla Strada Cassia.
“Quello della Cassia in tutte le sue problematiche – ha detto il sindaco Alberto Bambini – è un tema che abbiamo già affrontato diverse volte in consiglio comunale e di cui ho fatto segnalazioni all’Astral, alla Prefettura e alla Provincia. Nell’ordine del giorno approvato, abbiamo ribadito la situazione di degrado e pericolosità della strada, facendo riferimento alla mancanza di interventi sia di ordinaria che di straordinaria manutenzione che da anni non viene fatta, all’assenza per molti tratti di segnaletica orizzontale e ai danni causati a numerose abitazioni che si trovano lungo il tratto urbano”.
“Abbiamo quindi deliberato – prosegue il sindaco – che l’Astral e la Provincia si facciano carico immediatamente di affrontare la problematica con interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione nel tratto urbano di Acquapendente e nel tratto Centeno-Montefiascone, anche perché questa strada è l’unica via di comunicazione con la Toscana.
Inoltre, abbiamo chiesto alla Regione di prendere in considerazione la proposta precedentemente fatta con la delibera di consiglio comunale, e cioè di inserire nel bilancio regionale il finanziamento dei lavori per il tratto Viterbo-Centeno per farne una strada-parco ad elevata valenza turistica.
Questo permetterebbe, anche con investimenti economici contenuti, alla Cassia di riavere la sua dignità di strada a valore nazionale visto anche che, oltre ad essere un’arteria importantissima per la viabilità, per lunghi tratti coincide con il tracciato della via Francigena, itinerario culturale d’Europa, strada percorsa da migliaia di viaggiatori, percorso su cui l’Europa, le regioni ed i comuni stanno puntando come volano per un turismo culturale e religioso”.
“L’amministrazione comunale – conclude Alberto Bambini – si impegna a promuovere a breve un incontro con le altre amministrazioni comunali ricadenti sul tracciato per portare avanti sia gli interventi urgenti di messa in sicurezza sia l’accoglimento del progetto presentato. In caso di mancanza di interventi il Comune si farà promotore di una class action dei cittadini verso la proprietà della Cassia”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Sempre immaginifici (e un po’ sparaballe) i nostri cari amministratori locali.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da