25042017Headline:

Camposcuola, l’impegno (e i soldi) del Comune

pista

La pista del camposcuola

Il camposcuola vede la luce. O, male che vada, almeno metà della luce. Questo è venuto fuori dall’incontro di ieri in Comune, tra gli esponenti dell’amministrazione (sindaco Michelini, assessore Ciambella e Saraconi, delegato allo Sport Insogna, dirigente dei Lavori pubblici Dello Vicario), i vertici locali e regionali della Federazione atletica leggera, e il delegato provinciale del Coni Alessandro Pica. La delegazione dell’atletica era salita a palazzo dei Priori con tante speranze. A guidarla, il consigliere nazionale Roberto Frinolli, che i più anziani ricorderanno come formidabile ostacolista negli anni Settanta. E poi, il vicepresidente della Fidal Lazio Fabio Martelli, il consigliere regionale Fabrizio Maiolati (civitonico doc), il presidente viterbese Sergio Burratti, che per il camposcuola si sta spendendo da anni.
E allora, ecco la novità venute dall’incontro. Il Comune è pronto ad intervenire per rimettere a posto la pista d’atletica, quell’anello massacrato dall’usura del tempo, dai fenomeni atmosferici, dalle centinaia di migliaia di scarpette che l’hanno calcato. La pista è arrivata da un pezzo: costruita a metà anni Novanta, avrebbe dovuto essere rifatta già da un pezzo, visto che la previsione di vita di queste strutture è generalmente di dieci anni. Per questo, colpo di teatro, il Comune ha addirittura un progetto di intervento, mostrato ieri ai dirigenti sportivi, che ne sono rimasti impressionati. Un primo intervento su un tratto di duecento metri, che poi sarebbe la metà precisa della lunghezza della pista. I soldi già ci sono, come documentato da Viterbopost già in diverse occasioni: si tratta di 130mila euro stanziati dall’allora assessore ai Lavori pubblici Paolo Muroni, che l’attuale amministrazione ha confermato essere in suo possesso, ma che però – e qui sta il busillis – non possono essere toccati a causa del patto di stabilità. Ma l’assessore al Bilancio Luisa Ciambella ha confermato le anticipazioni già filtrate da Insogna su queste colonne: il Governo Renzi ha già annunciato che il patto di stabilità si può sforare per gli interventi di edilizia scolastica e per gli impianti sportivi. Una deroga che casca a fagiuolo, e che oltre a rifare duecento metri di pista potrebbe consentire addirittura di completare l’opera, come hanno ribadito gli esponenti dell’amministrazione. Slogan: “Il camposcuola è una priorità”. Tempi: non ancora fissati.
“Siamo molto soddisfatti di questo incontro – spiega il presidente provinciale della Fidal Sergio Burtatti – Abbiamo trovato degli interlocutori che hanno a cuore il futuro dell’impianto e perciò anche dell’atletica viterbese. Così, è chiaro, non possiamo continuare ad andare avanti: allenarsi in quelle condizioni è già difficile e pericoloso, figuriamoci farci delle gare. Ma ora possiamo tornare a sperare di ospitare grande manifestazioni, come abbiamo del resto fatto in passato, quando la pista era ancora in ottimo stato. Dai vertici italiani della Fidal, tra l’altro, è arrivato l’impegno a portare a Viterbo eventi di rilevanza nazionale non appena il camposcuola sarà sistemato”.
Il Comune ci ha messo la faccia, la Fidal nazionale ci metterà gli atleti, quella locale ci ha messo il cuore. Non resta che aspettare e stare pronti, come sui blocchi di partenza.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    A quando il salto nel cerchio di fuoco per velinisti e markettari?

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da