20092017Headline:

Comune, spunta un nuovo conflitto d’interesse

Il consiglio comunale "virtuale" della minoranza

Il consiglio comunale “virtuale” della minoranza

C’è Pinocchio e c’è l’orso bruno, c’è la pigotta e c’è cicciobello. Stanno qui, in sala consigliare, seduti sui banchi della giunta. Ce li ha fatti accomodare Chiara Frontini, che con le bambole non ci gioca più da un pezzo e che però le ha rispolverate per l’occasione. Già, perché questo è un consiglio comunale virtuale, e una giunta, anche se plasticosa, ci vuole. La minoranza prova ad assicurare il numero legale. C’è Forza Italia (il capogruppo Ubertini, Giulio Marini, Galati e Micci), c’è Viterbo2020 di Chiaretta e Grancini per Fratelli d’Italia. FondAzione sostituisce l’impegnato Santucci resuscitando il dinamico duo Barbieri-Talotta.
Si fanno interrogazioni ai pupazzi (“Non rispondono, come gli assessori in carne ed ossa, del resto”) e si approfitta per tirar fuori qualche altro punto dolente dell’amministrazione Michelini. Già, perché la minoranza ha trovato nuove energie, semmai ne avesse bisogno, dopo aver ottenuto la sua prima vera vittoria politica: quella della sostituzione delle deleghe a Barelli. E adesso che sembra aprirsi una breccia politica non si può mica mollare: la maggioranza del resto deve anche guardarsi dai sottili equilibri che la sorreggono, dalle pulsioni delle liste civiche fino alle logiche correntizie del Partito democratico.
Prima degli affondi di sostanza, però, vale la pena ritornare sui metodi. Marini: “Oggi ci sarebbe dovuto essere un consiglio comunale vero, come da calendario, e invece è stato annullato d’imperio, senza passare dalla conferenza dei capigruppo come da prassi. Non è la prima volta che succede e abbiamo deciso di segnalarlo al prefetto. Non è possibile che la maggioranza agisca con questa disinvoltura che è anche mancanza di rispetto: i problemi si affrontano qui, in questa scala, invece di scappare”. Tant’è che Ubertini diserterà la riunione dei capigruppo fissata per oggi.
Si può cominciare con le interrogazioni virtuali. La Frontini si rivolge alla Saraconi sui rifiuti, Galati chiede novità sui lavori previsti e finanziati a Bagnaia, Barbieri sottolinea come i toni dell’amministrazione abbiano sfiorato più volte l’arroganza (l’ultima vittima è stata proprio Santucci).
Ma è ancora Ubertini a sparare con convinzione. “Ho ricevuto una lettera di diffida dall’avvocato che segue per conto del Comune la questione dei rifiuti romani. Mi si chiede di rettificare alcune osservazioni fatte a mezzo stampa. Ho fatto rispondere al mio avvocato, e naturalmente non ho intenzione di rettificare nulla”. La faccenda risale a fine febbraio, e all’interrogazione del capogruppo di Forza Italia sul conferimento del mandato all’avvocato D’Agostino di Roma, il costo e il criterio della scelta. Insomma, se negli ultimi tempi si era minacciato il ricorso alle vie legali (per tutelare presunte offese) ecco che ci siamo arrivati.
Giulio Marini invece ritorna sul conflitto d’interessi, ma stavolta non si parla di Barelli, ma dello stesso sindaco: “Ad aprile scorso il Tar accoglieva il ricorso del consorzio agrario nei confronti del Comune e del progetto di costruire una rotatoria sulla Teverina – ricostruisce Marini – Il presidente del consorzio era Leonardo Michelini, ma ho evitato allora di tirare fuori questa storia perché eravamo in piena campagna elettorale e non volevo strumentalizzarla. Diventato sindaco, e rimasto in carica come presidente del consorzio fino a novembre, Michelini si è guardato bene da proporre un ricorso al consiglio di Stato contro la sentenza del Tar e contro il consorzio agrario, e adesso i termini sono scaduti. Risultato: Viterbo e i viterbesi si trovano senza una infrastruttura strategica”.
Questi i temi caldi buttati in pasto alla stampa da parte della minoranza. L’impressione è che ne sentiremo parlare sempre più spesso, nelle prossime settimane. Si spera anche nei consigli comunali reali, e non solo in quelli virtuali.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Il (poco) mitico Philip Red from Trieste si è reincarnato nel pupazzo dalle fattezze di Pinocchio.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da