19082017Headline:

Festa della donna: programma low cost

Daniela Bizzarri

Daniela Bizzarri

Ci (ri)siamo. L’otto di marzo è arrivato. E quindi il Comune si organizza. Stavolta per tempo (notiziona). In modalità sobria e nel pieno rispetto del risparmio. Pochi soldi in cassa, pochi soldi per gli eventi. Ma la festa della donna va comunque rimarcata. Così ecco la programmazione low cost pianificata nei dettagli dalla delegata alle pari opportunità Daniela Bizzarri. Anch’essa lontana da fronzoli inutili, in sede di conferenza. Pane al pane. Vino al vino.
La introduce il vicesindaco Luisa Ciambella. “Ringrazio Daniela e la sua squadra – dice – Ci si è contenuti con le spese ma c’è tanta qualità. Brava. Non era facile. Gli artisti coinvolti riceveranno solo un rimborso, segno che si può cooperare e crescere se c’è sostanza”. Tocca poi al primo cittadino, Leonardo Michelini. “Ci si lamenta tanto che rispetto ad altri centri stiamo indietro su molti fronti – confessa – E spesso a ragione. In questo caso però no. Oltre all’ottimo operato della Bizzarri infatti voglio rimarcare un dato concreto. Viterbo è una città rosa. So che è brutto giudicare le persone da quello che fanno, da quanto producono. Molte volte il lato umano si tralascia in questa società consumistica. Ma se penso alle aziende funzionanti con le quali mi sono imbattuto, vedo che laddove ci sta una donna tutto gira meglio. Sono più efficienti. Più propositive. Sanno guardare al futuro con occhio vigile e pianificazione indiscussa. Tanti auguri, e grazie per quello che fate. In ogni ambito”.
Tocca infine proprio alla Bizzarri, emozionata ma convintissima di quanto stipulato. “Che bello vedere la maggioranza in aula – annuncia – siamo una squadra coesa. Il programma è lungo ma snello. Mi sono resa conto girando che ci stanno tante piccole piacevoli realtà. Così ci siamo messi a tavola e le abbiamo chiamate tutte. Si sarebbe potuto spendere e spandere, ma abbiamo preferito stringere la cinghia, dando spazio alla gente nostra”.
Si parte oggi, con un omaggio al gentil sesso presente a Belcolle. Segue una mostra fotografica (Mauro Galeotti) agli Almadiani. Sempre li il 10 pomeriggio “Mille e una donna in cammino”, viaggio libero da condizionamento per esprimere il proprio talento. E ancora il 12, “La donna, il benessere, la riscoperta della propria unicità”. L’11 al San Leonardo concerto “Fabrizio, le donne e l’amore”. Stesso teatro, il 15, “I labirinti del male”, la chicca dell’ex generale Ris Luciano Garofano (Ris veri, non quelli di Mediaset). Tre date infine in Sala Regia, Palazzo dei Priori. Il 14 dibattito “Omaggiare, riflettere e andare oltre…”. Performance “Da Mimi a Nini” il 16. Chiusura il 20, col convegno “Maria Cristina di Savoia, la santità di una regina”.
Otto date pertanto, totalmente gratuite. Un solo motto. “Donna, per andare oltre. Eventi per omaggiare, riflettere, ricordare, condividere…”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Come al solito manca la vera kultura, manca kaffeina. Una bella sovvenzione pubblica per gli amici degli amici di Philip Red from Trieste, please!

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da