11122017Headline:

Il Soprintendente archivistico a palazzo papale

Oggi pomeriggio, alle ore 16, nel quadro degli “Incontri a Palazzo papale”, il professor Donato Tamblè,  Sovrintendente archivistico per il Lazio e responsabile degli archivi pubblici e privati (dichiarati di interesse storico) di tutta la regione, presenterà lo stato degli archivi con particolare riferimento all’Alto Lazio e racconterà come la Sovrintendenza opera per evitare che questa parte del patrimonio culturale sia dispersa e per farla conoscere e valorizzare.

Gli archivi sono parte di quel patrimonio culturale che il nostro Paese non sa valorizzare adeguatamente: non vi pensano gli enti pubblici che producono gli archivi, che mettono le carte prodotte nei luoghi dove non si può mettere altro (scantinati e sottotetti); non vi pensano i privati (imprese, famiglie, associazioni) che quando possono i loro archivi li distruggono; non vi pensano a sufficenza le istituzioni pubbliche (stato, regioni, comuni) che agli archivi dedicano ben poche risorse perché, rispetto ai musei e alle biblioteche, attirano meno utenti e non introitano nulla. E’ vero che negli archivi troviamo solo il pubblico degli studiosi che fanno ricerche e degli studenti che devono fare la tesi; ma è anche vero che solo negli archivi rimane la memoria materiale del nostro passato e quindi la chiave di interpretazione di processi dei quali ancora oggi vediamo le conseguenze. I musei non potrebbero vivere senza gli archivi, gli storici dell’arte non potrebbero studiare senza gli archivi, la storia demografica, la storia economica, la storia religiosa non potrebbero essere scritte senza gli archivi.

 

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da