17102017Headline:

Orsolini, un addio con pagelle e voti

Rino Orsolini

Rino Orsolini

Per Rino Orsolini è l’ultima «Indagine congiunturale delle Pmi» da presidente di Federlazio. Dal prossimo maggio, dopo nove anni, lascerà l’associazione per «altri incarichi». Forse. Perché il numero uno non si sbilancia sul suo futuro. E se gli chiedi cosa farà da grande, risponde con un sorriso. «Io al vertice della Camera di commercio? Per ora non sono candidato. Poi vedremo cosa succederà, se ci sono posizioni contrapposte, alla fine una quadra la troveremo».
Ma nell’ipotesi che lei salisse alla poltrona più alta di via Rosselli?
«Sicuramente, la mia, sarebbe una politica diversa. Sarei più vicino alle aziende. Anche perché al vertice della Camera di commercio dovrebbe andare un imprenditore, chiunque esso sia, e non un funzionario. Servono dedizione e spirito di sacrificio».
Quindi bisognerà aspettare. Ma, intanto, può dare una pagella alla Giunta Michelini?
«Mi sarei aspettato più decisionismo da parte del sindaco. Stop».
E sul riassetto del centro storico qual è il suo giudizio?
«La cosa andava fatta, ma avrebbe richiesto pure un maggiore approfondimento circa modalità e tempi di intervento. Sindaco e assessori prima avrebbero dovuto fare i compiti a casa».
Il recupero delle ex Terme Inps?
«Avevano promesso una soluzione entro sei mesi. Be’ i sei mesi scadono a maggio e non vedo ancora nulla».
Il futuro di Caffeina?
«Dico semplicemente che è un patrimonio della città e della provincia e tale deve restare. Caffeina non può essere delocalizzata».

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Manca, tanto per cambiare, un ficcante commento sulla scomparsa delle mezze stagioni.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da