25042017Headline:

Ribaltone: ha vinto Alvaro piuttosto Corsaro

Il grande Vujadin Boskov

Il grande Vujadin Boskov

Commercianti – Comune 1-0: il risultato fa discutere. Mica quelle interminabili chiacchiere da bar, neanche quei piagnistei tipo “Meritavamo di vincere noi perché abbiamo giocato meglio”. L’Italia è piena di vincitori morali, e l’irraggiungibile Mourinho un giorno li liquidò così: zero tituli. Così, al titolo del Post di ieri, l’assessore Alvaro Ricci suggerisce una correzione, di punteggio e di sostanza: “Facciamo 2-1 per il Comune”. Accipicchia, si tratterebbe di un vero e proprio ribaltone: altro che la finale di Euro2000, quando la Francia maledetta purgò l’Italia di Dinozoff nei supplementari con un golden gol di Trezeguet. Qui però il ribaltone è spiegato dallo stesso Ricci, in punta di logica.
“Due gol di palazzo dei Priori nel primo tempo, con i provvedimenti che hanno liberato le piazze dalle auto e la chiusura al traffico della Ztl – dice Alvaro Piuttosto Corsaro – Nel secondo tempo, in zona Cesarini, la rete della bandiera dei commercianti con la riapertura di via Cavour”. Una riapertura, tra l’altro, spiegata dal sindaco e dagli assessori con dovizia di particolari: la crisi dei negozi del centro, la possibilità di accedere al parcheggio di valle Faul anche da porta Romana, cose così. Con una premessa a legare il tutto: “Nessuno nasce imparato, e gli errori si possono correggere”, ormai un vero e proprio motto d’umiltà targato Michelini.
Il ricorso dell’assessore Ricci, dunque, può essere accolto: 2-1 per il Comune, la partita è ancora aperta (specie se verrà mantenuta la promessa di chiudere porta Romana) e vinca il migliore. Le polemiche sulla moviola in campo, sulla sudditanza psicologica, sui cori di discriminazioni territoriale e sulle paturnie di Balotelli, le lasciamo volentieri ai bar. A proposito, siamo sicuri che sia stato proprio Vujadin Boskov, e non Alvaro Piuttosto Corsaro, a dire “rigore è quando arbitro fischia”?

Articoli correlati:

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

5   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    2-1: una vittoria da pallonari, quindi, per il megassessore Alvaro Vitali Ricci.

  2. Massimiliano Forieri scrive:

    Non è una sconfitta per i sostenitori della chiusura, non è una vittoria per nessuno. E’ solo che il buon senso impone di fare le cose in un certo ordine. Ricci dice che sarà chiuso da porta romana, quando? Se avessero speso qualche euro per una segnaletica decente (ANCHE PROVVISORIA MA DECENTE) e per sistemare il parcheggio delle fortezze, se avessero cercato seriamente dei posti auto fuori porta romana, avrebbero potuto farlo subito. Vediamo quanto ci vorrà, nel frattempo i commercianti non potevano morire (che già soffrivano abbastanza). L’assessore dice che si passerà da piazza del comune solo per andare al sacrario e non per i soliti giretti in centro, cosa sacrosanta ma chi controlla dopo le 20? Perché non mettere dei bei manufatti metallici o fioriere o panchine a delimitare la corsia di transito in piazza? Altrimenti succederà quello che succede nelle piazze, liberate dalle auto solo di giorno, e lunedì saremo di nuovo a far polemiche isteriche. Sarebbe bello conoscere il cronoprogramma di attuazione della ztl. Evitate poi di fare ironia sugli incassi dei commercianti. Ieri,senza transenna, abbiamo avuto in negozio più gente che in tutti i sabati precedenti. La motivazione scientifica chiedetela a chi studioa queste cose, noi possiamo darvi solo dati empirici.

  3. Giorgio Molino scrive:

    Ancora con questa storia degli incassi… Caro Forieri, lei proprio la invoca la finanza (nel senso di Guardia di finanza)…

  4. Massimiliano Forieri scrive:

    Guardi Molino, la finanza gira già abbastanza nelle vie del centro alla ricerca di scontrini…ma trova commercianti che fanno la stessa ricerca perché di gente a cui fare gli scontrini non ce n’è.

  5. Giorgio Molino scrive:

    E allora, ne converrà caro Forieri, non è il caso di allarmarla ulteriormente tirando fuori ogni ogni volta questa storia dei registri.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da