25042017Headline:

Stadio: lunedì si firma la convenzione

Il sindaco Michelni accanto a Piero Camilli

Il sindaco Michelni accanto a Piero Camilli

Appuntamento lunedì a mezzogiorno, a palazzo dei Priori. Per mettere fine a questa storia lunga e polemica tra il Comune e la Viterbese. Sono partiti ieri gli inviti da parte del segreterario generale Francesca Vichi nei confronti del presidente gialloblu Vincenzo Camilli per firmare la convenzione biennale che concederà la gestione dello stadio Rocchi alla società. E dunque per archiviare – o almeno si spera – una vicenda che va avanti ormai dall’estate scorsa, quando la Castrense si trasferì nel capoluogo, e che ha raggiunto il picco della crisi sabato, la conferenza stampa al vetriolo di Piero Camilli.
La convenzione è pronta, dunque, scritta insieme ad uno dei legali di fiducia del Comandante, di validità biennale, impegno da parte del Comune a prendersi cura del manto erboso (al momento in condizioni pessime) e anche a contribuire ad alcune spese con un forfait annuale. Il delegato allo sport Sergio Insogna, che per questa storia ha lavorato sodo, va anche oltre: “Se la Viterbese in questi mesi di vacatio ha sostenuto delle spese per lo stadio, ce le può comunicare e certificare e provvederemo”.
Insomma, la speranza è che la cosa si possa risolvere ad inizio settimana, così da regalare alla creatura di Camilli la certezza di un impianto “suo” e la possibilità di programmare la stagione che verrà, che si spera possa essere vincente, e in serie D.
Ma non è l’unica novità per quanto riguarda gli impianti sportivi viterbesi. C’è qualcosa di interessante anche per quanto riguarda il camposcuola, un altro luogo cruciale (e pieno di guai) per gli appassionati di casa nostra. A giorni è atteso in città il presidente nazionale della Fidal (Federazione italiana atletica leggera), Alfio Giomi. “Insieme cercheremo di pensare ad un modo per rifare la pista dell’impianto – spiega Insogna – Abbiamo già dei soldi stanziati dalla precedente amministrazione, 130mila euro, solo che non possono essere toccati a causa del patto di stabilità. Mi fanno sperare però le parole dette dal presidente del consiglio Renzi l’altro giorno: per impianti scolastici e sportivi il patto di stabilità potrà essere infranto. Se fosse vero saremmo a cavallo”. A quel punto mancherebbe solo la pista.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Grande attesa per il primo turpiloquio a caldo del Sor Camilli.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da