24072017Headline:

Alloggi per i separati? Si può fare

Il consigliere Pd Mario Quintarelli

Il consigliere Pd Mario Quintarelli

Un ordine del giorno per richiedere alla Regione Lazio una modifica dei criteri di assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, al fine di prevedere agevolazioni a favore dei padri, o comunque dei genitori che, a seguito della separazione, vengano a trovarsi in condizioni di disagio economico; un modo per garantire loro un sostegno, anche temporaneo, che consenta il superamento della crisi, nonché la salvaguardia dei rapporti affettivi ed educativi.

Questo quanto stabilito nel documento approvato all’unanimità da tutti i gruppi consiliari durante una delle ultime sedute di consiglio comunale e seguito con particolare attenzione dal consigliere Mario Quintarelli, fin dal momento della proposta.

“La separazione delle coppie con figli genera non solo il turbamento degli equilibri psicologici ed affettivi – si legge nel documento – ma determina anche una modifica dell’assetto economico dei soggetti coinvolti che, nel nuovo status di single, devono affrontare maggiori oneri finanziari non distribuiti su risorse condivise. I genitori non affidatari, solitamente i padri, vivono il maggiore disagio economico dovuto al fatto che, oltre a garantire il mantenimento dei figli e/o del coniuge, devono contestualmente lasciare la dimora familiare e trovare un nuovo alloggio. Inoltre – si legge ancora nell’ordine del giorno sottoscritto dal consiglio comunale di Palazzo dei Priori – i canoni di locazione reperiti sul libero mercato sono notoriamente elevati e potrebbero rappresentare un impegno troppo oneroso da sostenere, specialmente nell’immediatezza del provvedimento di separazione”.

Il documento recentemente approvato fa inoltre riferimento al Comune di Roma e all’iniziativa di sostegno a favore dei padri separati, ai quali ha riservato un bando specifico per l’assegnazione di piccoli appartamenti dotati dei servizi essenziali, al fine di garantire un alloggio per un periodo massimo di 12 mesi a coloro che si vengano a trovare temporaneamente in difficoltà economica.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da