27052017Headline:

Donazione di organi: incontro al “Ruffini”

Alunni, insegnanti e operatori sanitari. Tutti insieme per confrontarsi e per comprendere quanto sia importante, a livello sanitario e sociale, contribuire a diffondere una cultura favorevole alla donazione di organi e tessuti. Con questo spirito si è rinnovato l’ormai tradizionale appuntamento tra i ragazzi del liceo scientifico ”Paolo Ruffini” e i rappresentanti del coordinamento Dot, Donazione organi e tessuti, della Ausl di Viterbo: Fernando Ricci, Stefania Stefani e Rosella Ceccantoni.

“Gli interventi di sensibilizzazione presso gli istituti del Viterbese – spiega il coordinatore Dot Fernando Ricci – sono per noi un ambito strategico della nostra attività. Nel corso degli anni abbiamo incrementato il numero degli incontri con gli studenti nella convinzione che dal dialogo sano e diretto con le nuove generazioni possa consolidarsi quella cultura della donazione, fulcro e pilastro di una società davvero civile e solidale. Da questo punto di vista, grazie anche alla stretta collaborazione che si è venuta a creare con la direzione e con gli insegnati, il liceo Ruffini nel tempo è diventato uno dei nostri principali interlocutori”.

L’incontro si è sviluppato in maniera molto naturale, con i ragazzi che hanno formulato numerose domande circa le procedure che conducono alla donazione di organi e tessuti. Al termine della manifestazione, con grande soddisfazione da parte degli operatori della Ausl, molti studenti hanno espresso la loro volontà di adesione alla donazione, contribuendo ad accrescere il numero di cittadini del Viterbese che hanno già compiuto questo importante passo nel segno della solidarietà.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da