22052022Headline:

Imprenditori? No, solo “prenditori”

costa-concordia-diretta-611-770x432Un paese finito. Che l’Italia sia un paese con un futuro incerto, incertissimo, lo si vede anche da queste notizie: 40 milioni contro 200 milioni.

Per capire meglio. Trattasi di preventivo di spesa 5 volte superiore per fare esattamente lo stesso lavoro che, badate bene, consiste nello smantellare una nave (la Costa Concordia), non nel costruire una sonda spaziale per Marte. Insomma roba da seghe e cacciavite (con le dovute dimensioni). Con l’aggravante che il preventivo inferiore prevede un costo di “trasporto” superiore (dovendo spostare il relitto fino in Turchia).

Insomma era quasi impossibile farsi sfuggire questa commessa, ci siamo riusciti. Ora aspettiamo solo di sentire le solite scuse: “ma li il lavoro costa meno”, “le tutele per i lavoratori non ci sono”, “il nostro preventivo prevedeva l’impiego di prodotti migliori (motoseghe ad energia atomica? Cacciavite a 100.000 giri al secondo?)”.

Le chiacchiere stanno a zero. Abbiamo presentato un preventivo 5 volte più alto dei turchi, e non è che i turchi smantellino le navi la sera dopo cena, come hobby nazionale. Avranno anche loro calcolato un congruo margine di profitto. Ed allora il problema dell’Italia è che non ci sono più imprenditori. Sono rimasti solo i “prenditori”,  quelli che cercano di arraffare il più possibile, di guadagnare il massimo da ogni occasione che si presenta, anche da una disgrazia, quelli dell’all-in (che di questo periodo va pure di moda), del tutto e subito.

Abbiamo perso una classe sociale, quella imprenditoriale appunto, che è il volano di ogni economia, senza la quale il nostro paese non potrà mai rialzarsi. Senza la “im”, manca la voglia di intraprendere, resta solo quella di “prendere”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da