27052017Headline:

Viterbo e l’università: 35 anni di rapporti

Maurizio Ridolfi

Maurizio Ridolfi

Università degli studi della Tuscia: proseguono le iniziative nell’ambito delle celebrazioni dei trentacinque anni di vita dell’ateneo. E’ datata 3 aprile 1979, infatti, la legge n. 122, istitutiva dell’ateneo, i cui corsi furono attivati il 12 gennaio 1981, con la lezione d’esordio che si tenne alla Trinità, sede del rettorato fino al 2003, quando fu effettuato il trasferimento nel complesso monumentale di Santa Maria in Gradi.

Dopo la festa di compleanno del 12 febbraio scorso, le autorità accademiche hanno promosso per oggi pomeriggio, (ore 17, sala Regia del Comune di Viterbo) un incontro di presentazione di quanto ideato e realizzato in questi sette lustri. Bussola di riferimento sarà il volume, curato da Maurizio Ridolfi, docente di Storia Contemporanea, pubblicato nella serie degli “Annali di storia delle Università italiane”: in oltre 200 pagine di grande formato si raccontano gli eventi della di oggi, insieme alle informazioni preziose sulla storia di ieri. I primi contributi infatti riguardano addirittura il periodo medievale e moderno degli studi universitari a Viterbo e poi l’esperienza della Libera Università della Tuscia nel decennio 1969-1979.

Animeranno l’incontro, insieme ai curatori (oltre a Ridolfi, anche Marco Paolino), lo storico Luciano Osbat, il sindaco del capoluogo Leonardo Michelini e il rettore dell’Università Alessandro Ruggieri.

“Il vero obbiettivo dell’incontro – spiega il Magnifico – è valutare come si sono sviluppati i rapporti tra università e territorio in questi ultimi 35 anni e soprattutto quali sono le prospettive per l’immediato futuro. L’Università della Tuscia non è solo una delle “industrie” più importanti del territorio, dal punto di vista del numero degli occupati, ma è un’occasione unica per lo sviluppo di quelle potenzialità che si legano alla formazione superiore e che, nel nostro caso, si collegano direttamente a quel patrimonio di beni culturali che l’Università ha contribuito e continuerà a far conoscere e valorizzare”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da