24092022Headline:

Insogna si smarca: “Aiutiamo il nostro sport”

Michelini e Insogna premiamo Fabio Fapperdue per le cento presenze con la Viterbese

Michelini e Insogna premiamo Fabio Fapperdue per le cento presenze con la Viterbese

Sergio Insogna in Brasile. Subito, col primo volo. Perché se il consigliere comunale delegato allo Sport, in pochi mesi di attività (pure frenetica) ha festeggiato due promozioni nella sua città – quella della Viterbese in serie D e quella della Ilco in Dnb di basket – vuoi vedere che un amuleto potrebbe far comodo anche agli Azzurri di Prandelli? Ai Mondiali, si sa, pure il Fattore C ha una sua importanza.

Scherzi a parte. E’ tempo di bilanci di fine stagione anche per il delegato allo Sport, il delegato del quinto piano (degli uffici di via Garbini), l’esponente di Oltre le mura che, dopo una vita nel calcio, da presidente del Pilastro, da delegato provinciale della Figc, da consigliere regionale della stessa Federazione, ora mette alla prova le sue competenze nel settore da palazzo dei Priori. E visto che il cuore del vecchio Sergio è diviso a metà – da una parte la politica, d’accordo, dall’altra lo sport – ecco che la sua analisi è lucida, sincera, e chissà che non serva da sprone per il sindaco e la giunta ad aumentare le risorse, non soltanto economiche, per questo mondo grande e variegato, di praticanti, dirigenti, appassionati.

Insogna parte dai successi dei gialloblu nel calcio e dei blustellati nel basket, per ampliare il panorama: “La realtà cittadina è caratterizzata da altri notevoli risultati in ambiti discipline diverse, in questi pochi mesi, al netto dei vari problemi riscontrati personalmente nella macchina amministrativa, che rendono difficile, ma non impossibile, l’obiettivo di essere al passo con le esigenze organizzative, strutturali ed economiche delle tante società cittadine che da anni alimentano e producono benefici   sportivi, sociali ed umani di cui il Comune deve essere loro sinceramente e concretamente grato”.

Fin qui, i ringraziamenti. Ma una vena di amarezza, per non dire di frustrazione, bagna l’Insogna-pensiero, dando uno sguardo al limitato raggio d’azione di cui dispone l’amministratore pubblico nei confronti di questo ben di dio: “Tutti questi risultati testimoniano come il settore sport non può più essere la cenerentola amministrativa di un sistema economico legato ai bilanci comunali, per cui è bello fare congratulazioni, dare pacche sulle spalle, dare strette di mano o consegnare trofei, ma è altresì fondamentale e  doveroso investire maggiori risorse nel settore sport, non c’è altra maniera per dimostrare il nostro apprezzamento ed il convinto sostegno al movimento sportivo cittadino. Sono certo che il Sindaco e la Giunta abbiano capito in pieno tutta l’importanza della questione sport e daranno soddisfazione economica anche al mio modesto lavoro, svolto con passione, convinzione e determinazione”. Come dire: mettete più benzina (sotto forma di euri) nel motore della Viterbo sportivo, ché può andare velocissima. E crescere ancora, e vincere ancora.

L’appello di Insogna è sul tavolo. Le prossime mosse del Comune sono annunciate: la sigla della convenzione con la Viterbese per lo stadio Rocchi (sopralluoghi conclusi la scorsa settimana); il rifacimento del manto erboso della stessa Palazzina, già autorizzato dal sindaco e che riconsegnerà a Fapperdue e compagni un pratino perfetto per il prossimo campionato di serie D; una nuova pista d’atletica per il caposcuola, battaglia che Sergio Insogna sta conducendo in prima persona; più in là, primavera estate del 2015, il progetto di riunire le Città europee dello sport, sorelle di Viterbo, in un bell’evento proprio nella Tuscia. Ma oltre questi appuntamenti, le attività quotidiane, i rapporti con tutte le realtà cittadine, la gara del regolamento per gli impianti sportivi (a breve in consiglio comunale), il bando per la gestione del PalaMalè (già fatto) e quello futuro per la piscina comunale, restano in sospeso. Le idee non mancano, mancano i soldi.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da