29052022Headline:

Michelini? Non è neanche l’avatar di se stesso

merloDa quello che si è capito, i gruppi di opposizione hanno radunato i cronisti e ci sono andati giù pesante.

Da quello che si è capito, gli esponenti di Forza Italia e compagnia cantando che siedono nella Sala d’Ercole ritengono che la città dei Papi disponga di un sindaco reale (alias Leonardo Michelini) e di un sindaco ombra facente funzioni (alias il deputato del Pd Giusepe Fioroni)

Da quello che si è capito, secondo la minoranza, Michelini scalda la poltrona, la vice sindaco Lisetta Ciambella detiene il potere esecutivo, ma le decisioni le prende Fioroni.

Da quello che si è capito, “i viterbesi si stanno rendendo conto di chi governa veramente”, quell’ex ministro della Pubblica istruzione che, come ha sottolineato Giulio Marini, “in cinque anni da sindaco non l’ho mai visto, era sempre impegnato con la politica nazionale, mentre  adesso sta sempre qui. Delle due una: o ha riscoperto l’amore per le sue radici viterbesi, oppure nella politica nazionale conta meno rispetto al passato”.

Da quello che si è capito, l’opposizione presume che la presenza diuturna di Fioroni in città “lascia pensare ad un’autonomia molto limitata del sindaco”

Da quello che si è capito, Fioroni ha tosto replicato a tali opinioni, sghignazzando “se parlare di me è l’unica cosa che sanno fare, significa che Michelini deve essere davvero molto bravo”.

Da quello che è capito, ha mandato a dire, tramite una intervista raccolta da Tusciaweb,  che “non è mia abitudine commentare le conferenze stampa o le interviste altrui, e, soprattutto, non è mia abitudine soffermarmi sulle sciocchezze. Però mi fa piacere che Marini nel suo ozio abbia riscoperto la voglia di divertirsi così, con queste battutine”.

Da quello che si è capito, il leader del Pd ha peraltro aggiunto che “ciascuno di noi dovrebbe impegnarsi per le persone e le cose che ha più vicine e ora, che dopo 20 anni a Viterbo c’è un’amministrazione di centrosinistra che sta facendo un ottimo lavoro, ritengo sia un onore dover dare anche il mio, seppur piccolissimo, contributo. E’ preoccupante però che la minoranza pensi a queste sciocchezze. Dall’opposizione ci si aspetterebbe ben altro, ma si vede che dell’altro non c’è. Michelini deve essere davvero bravo se questa è l’unica cosa che hanno da dire”.

Da quello che si è capito, non è mancata una bacchettata a Forza Italia & C., in quanto “in un momento di criticità economica globale come questo, bisognerebbe lavorare tutti per Viterbo. La squadra di Michelini sta già riuscendo a realizzare quello che in tanti anni di centrodestra non è mai stato fatto. Se l’opposizione non vuole darsi da fare, almeno, è bene che si ricordi che il silenzio è d’oro”.

Il silenzio? Già. Da quello che si è capito l’unico che è rimasto in silenzio è stato proprio il protagonista di questo memorabile, si fa per dire, dibattito: il sindaco medesimo. Il motivo? Evidentemente Michelini non si sente avatar di nessuno, neanche di se stesso.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da