03122021Headline:

Nel borgo di Vitorchiano teatro, e non solo

vitorchianoVitorchiano , splendido borgo medioevale della Tuscia, il solo che possa fregiarsi del titolo di “Fedele”a Roma per i servigi resi anticamente alla capitale,diviene scenario naturale del Teatro della Luna. Una manifestazione, programmata da giovedì 10 a venerdì 11 luglio 2014, che racchiuderà una maratona di happening, performance artistiche, esposizioni e concerti, articolati nell’incantevole paese che nel 1966 fu scelto da Mario Monicelli, come location di alcune scene del film L’Armata Brancaleone.

Uno spazio urbano che di fatto prenderà un’altra forma da giovedì 10 luglio, con le creazioni di un gruppo di artisti dell’associazione trasteverina B5, che – con materiali leggeri – stoffe, cartapesta, gesso e compensato – trasformeranno le vie principali di Vitorchiano (via Manzoni, via Borgo Cavour, via San Pietro, piazzale Umberto I, via della Cella, via della Torre, piazza della SS. Trinità, via Arringa, via Dante, piazza Roma, via Belvedere e via Santa Maria ) in una sorta di labirinto fantastico, disegnato per far scoprire al visitatore i vicoli più nascosti del centro storico.

Ogni scorcio recuperato e tutte le cantine disponibili verranno utilizzati come laboratori e officine da grafici, fumettisti, musicisti, saltimbanchi e artigiani, ma saranno anche luoghi di sosta per assaggio di prodotti tipici, salumi nostrani di produzione contadina, (rinomate le salsicce di Attilio , e i formaggi uniti a un buon vino locale serviti alla Fraschetta della Mela Stregata).

Al centro del labirinto – a piazza Roma in scena un piccolo teatro: il Teatro della Luna, dotato di una platea (circa 150 posti, riservati e un palco, a cui faranno da fondale la torre municipale e la fontana medievale. Questo scenario, illuminato dal faro bianco del primo plenilunio d’estate – da qui, il nome dell’evento -, ispirerà le musiche di Andrea Araceli (piano) e Angelo Olivieri (tromba), che dal vivo eseguiranno la colonna sonora de Il monello, primo lungometraggio diretto e interpretato da Charlie Chaplin nel 1921. L’evento patrocinato dal Comune di Vitorchiano è organizzato dalla Pro Loco e vede la partecipazione attiva degli esercenti attività nel centro storico Ed è proprio dal concetto di scenario, che prende forma l’idea di fissare in un luogo immaginario e immaginato momenti in cui far incontrare estro, sperimentazione e tradizione popolare, con spazi che si prestano a fare da sfondo naturale ai singoli eventi. La direzione artistica dell’evento è di Sara Grassotti.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da