08122021Headline:

“Non tutte le Ciambelle riescono col buco”

Giulio Marini

Giulio Marini

La caccia al maestro di bugìe diventa un tormentone. Sicché, dopo il je accuse di Giammaria Santucci e Claudio Ubertini a Luisa Ciambella e la replica di quest’ultima, scende in campo anche il Bandolero stanco, alis Giulio Marini, che si rivolge al vice sindaco con la seguente nota:

Egregio assessore,

anche questa volta prende “lucciole per lanterne”. In questo intervento vorrei chiarire ai cittadini quali sono le scelte che gli amministratori a volte sono costretti a fare, senza però non eccepire alla sua risposta (come sempre antipatica).

I colleghi Santucci ed Ubertini, che non bisogno della mia difesa, le hanno rivolto la domanda su quali fossero gli insegnamenti per cui in consiglio lei omette la verità e non quali difficoltà fossero riscontrate dagli uffici per la spedizione degli avvisi di pagamento tasse, perché bastava dire, che ancora non erano state spedite per i motivi amministrativi riscontrati. Entrando nel merito sui costi di spedizione le rispondo che lei ha scelto di spedire in maniera massiva e generalista per un costo unitario di € 0.54, però saprà senz’altro che fra 60 giorni ai contribuenti distratti o che avranno avuto anomalie sulla spedizione dovrà notificare al domicilio una notifica che ha un costo di € 5,16.

La precedente amministrazione aveva fatto una scelta diversa e personalizzata. Per non incorrere in equivoci ed anomalie di spedizione, avevamo notificato direttamente per un costo unitario di € 2,28. Sulla base di questi pochi numeri si capisce benissimo il senso della scelta: essere più incisivi e chiari senza far trovare eventuali scuse a quelli che non hanno un senso civico spiccato. Quindi la sua scelta vale €19.000 per 35.000 avvisi generalizzati al costo unitario di €0, 54 più ulteriori € 5,16 per ogni pezzo non pervenuto al destinatario; la nostra attività invece costava, tramite Esattorie spa, €80.000 per 35.000 notifiche per un costo unitario di €. 2,28. Quinidi basterà aspettare e vedere chi ha avuto ragione nelle scelte, con l’augurio che tutti i cittadini abbiano l’avviso recapitato al domicilio.

Però, concludendo vorrei togliermi un sassolino dalla scarpa. Durante lo scorso mandato, dal suo partito di offese sia dal punto di vista politico che su quello personale ne ho riscontrate molteplici, ma mi mancava quella di essere rimbecillito. Perché per fare la scelta che lei ha definito senza senso, sarei stato rimbecillito o in malafede, propendo per la prima. Ma, con l’esperienza sul campo che avrà modo di verificare, le scelte fatte avevano un senso e quindi avevano la volontà di privilegiare i cittadini rispettosi delle regole di vita cittadina. Per quanto riguarda il suo comportamento, le auguro di modificare il suo atteggiamento in consiglio comunale, dove a volte la semplicità del dialogo produce migliori effetti sui rapporti politici da tenere in quel contesto sicuramente difficile.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da