20092021Headline:

Tariffe Talete, il Pd che vuol fare?

talete acqua-rubinettoHo raccolto in questi giorni più di qualche perplessità di nostri amici, tra cui alcuni amministratori, e tra queste segnalo quelle di Pietro Soldatelli e di Francesco Serra, che non sono proprio in linea col paventato aumento delle tariffe Talete, anche e soprattutto perché non coerenti con la qualità del servizio (arsenico) e più rivolte a coprire buchi pregressi.

Mi pare che gli stessi lamentino la mancanza di un progetto credibile e concreto, che non sia la semplice riproposizione dell’andazzo “carrozzone”, i cui risultati sono questi. Nè è credibile che le stesse persone e gli stessi metodi della spartizione politica possano produrre un cambio di rotta.

Un po’ sbrigativo e approssimativo, ma mi pare questo il senso delle obiezioni. Qualcun altro , ad esempio Giorgia Gasbarri, sollevava poi un problema di metodo: si domandava cioè se non era opportuno-utile-democratico che a prendere una posizione fosse anche il partito e non lasciare soli i sindaci. Siccome un insieme di perplessità sparse e nemmeno pubbliche non fanno politica, considerato che a sostenere questa posizione di “salvataggio” della Talete tramite l’aumento delle tariffe e contestuale rinnovo del Cda – con relativa indicazione di nomi e attribuzione poltrone appannaggio di vetuste logiche correntizie – sono in particolare i due sindaci espressione di maggioranze di centro sinistra, dove abbiamo una qualche responsabilità nel consiglio ( Civita e Viterbo ) – direi che sarebbero opportune dieci lire di coordinamento e condivisione più solida e larga.

Io condivido pienamente, ma una presa di posizione di dissenso poi richiede continuità e coerenza, che ha implicazioni che vanno oltre il comunicato. Sarebbero utili ed urgenti osservazioni a riguardo. Se poi anche – almeno i consiglieri comunali – potessero o volessero vedersi tempestivamente per dibattere della questione non sarebbe male.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da