25052022Headline:

Barco Murialdina, ritorno in campo

Ennio Cuccuini

Ennio Cuccuini

Dopo Santa Rosa, si dice a Viterbo. E poco importa che si tratti di un progetto a respiro internazionale o semplicemente di andarsi a tagliare i capelli. Così, dopo Santa Rosa, e precisamente oggi, parte anche la nuova avventura calcistica targata Barco Murialdina. Quella fucina di giovani dalle belle speranze che vedrà al debutto il nuovo direttore tecnico. Nuovo per la società. Ma presenza ormai più che consolidata (nonché di prestigio) del pallone locale. Le sorti dei bimbi sono affidate alle esperte mani di Ennio Cuccuini. Uno degli undici gialloblù più preziosi di tutti i tempi. Nonché sempre alle dipendenze del team di via della Palazzina, ma dietro una scrivania (e anche sui campi) a guidare la faccenda.
Con lui uno staff collaudatissimo formato da Marino Febbraro e Gianfranco Boi (già calciatori e istruttori, anche loro, della Viterbese). Più Angelo Serafini, altra faccia nota. Prof di educazione fisica strappato alla concorrenza del Calcio Tuscia. Ai debuttanti (in senso lato) si uniscono le molte conferme dello scorso anno. Quanto basta per completare un organico che farebbe invidia all’Ajax.
Varcheranno per primi il terreno di gioco i cuccioli nati nel 2004. Affidati anche stavolta all’istruttore Antonello Onori. Nella stessa giornata inizieranno poi i Pulcini (classe 2006, beati loro) con Renato Ciofo. Nonché gli Esordienti (2003) di Angelo Serafini. Ventiquattro ore dopo sarà la volta degli Esordienti (2002), nelle mani di Gianfranco Boi. E della selezione “mista” dei Pulcini 2004-2005-2006, sempre con Angelo Serafini. Che si ritrova a dover gestire una covata senza tempo. E il 10 toccherà a quelli veramente piccoli. Trittico 2008, 9 e 10. Accolti da Piergiorgio Zappi e Mirko Fortini. Chiudono altri Pulcini, i 2005, con il confermato Roberto Valeri.
Nel frattempo gli Allievi stanno già in marcia. Come loro pure i Giovanissimi.
E questa è la grande famiglia del Barco Murialdina. Agile, scattante e piena d’entusiasmo. Per i ritardatari, i curiosi e quanti volessero sapere di cosa di tratta, il sito internet è sempre aperto. Così come la pagina Facebook. Così come i cancelli dello stadio. L’ospitalità in casa Barco non manca mai.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da