08122021Headline:

Civita di Bagnoregio vuole crescere ancora

Francesco Bigiotti, sindaco di Bagnoregio

Francesco Bigiotti, sindaco di Bagnoregio

Duecentotrentamila visite nel solo ultimo anno. Numeri da Colosseo. Da Arena di Verona. Robbetta di lusso. Ancor più certificata dal fatto che l’affare è pubblico e non privato. Eureka! Una volta tanto ci si guadagna e non ci si rimette. Il dato in questione riguarda le persone che in 365 giorni hanno affrontato lo spettacolare ponte sospeso nel nulla, al fine di approdare a Civita di Bagnoregio. La città che morirà pure, ma prima di stirare le cuoia pare abbia ancora molta voglia di far parlar di se.

E il Comune si organizza. Giacché la bomboniera rappresenta (senza ombra di dubbio) un volano unico in ottica turistico-promozionale. Un’arma infallibile sul fronte della ripartenza economica. L’idea è quella di alleggerire in primis le incombenze amministrative. Secondo poi, e soprattutto, creare lavoro e crescita. Ecco quindi che si è pensato di dare in affidamento la biglietteria. Con tutti i servizi annessi che la riguardano. Attraverso un bando, aperto anche a operatori esteri, al quale si potrà partecipare entro e non oltre il prossimo 23 di settembre. La responsabilità sarà biennale. “Abbiamo deciso di dare in gestione il comparto – dicono i vertici politici – Scegliendo la strada che porta ad un’oculata tutela da parte di professionisti. Tutto ciò dopo aver registrato il boom del 2014”.
L’affidatario dovrà assicurare il servizio di apertura controllata e di accoglienza al pubblico. Svolgere attività di vigilanza, al fine di garantire la sicurezza dei visitatori e dei lavoratori interni all’area. Organizzare mostre e manifestazioni culturali.
Per quanto concerne invece il ticket, introdotto dalla giunta negli ultimi tempi, e preso non proprio benissimo da una folta schiera di residenti e commercianti, ad oggi si può serenamente affermare che abbia funzionato. Coi soldi incassati infatti, e anche grazie ad un biglietto simbolico (lontano da cifre folli) si è arrivati a diminuire drasticamente le tasse degli abitanti. E anche (anzi, soprattutto) a pianificare degli interventi di consolidamento della rupe e dei versanti di Civita che non hanno gravato, in alcun modo, sulle casse comunali.
Ancora una volta quindi il borgo parrebbe essere al centro di una programmazione attenta e puntuale ma, principalmente, di interessanti e chiare proiezioni future. Da concretizzarsi nel breve-medio termine. “L’interesse è rivolto a tutto ciò che può portare indotto economico alle attività commerciali locali e ritorno di immagine al nostro territorio – chiudono – in una sola parola: turismo. Bagnoregio, contrariamente a tanti comuni della provincia, può considerarsi una piccola isola felice”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da