06122021Headline:

Forse rinasce la vecchia ferrovia

Enrico Panunzi

Enrico Panunzi

Orte, Capranica, e poi Civitavecchia. Via ferrovia, com’era una volta. La Regione ha deciso di riprovarci, se non a metterla in funzione quantomno e capire quali margini ci siano. Così ha deciso la sesta commissione, presieduta dal viterbese Enrico Panunzi (Pd), nell’incontro dei giorni scorsi ai quali ha partecipato anche l’assesore Civita, Aremol, Astral e i rappresentanti dei comitati: “Validare il progetto preliminare del 2012, fare il progetto definitivo per sottoporlo a Valutazione di impatto aziendale e quindi sottoporlo alla comnferenza dei servizi – questo ha deciso la Regione –  Una volta indetta la conferenza di servizi e ottenuti pareri ed autorizzazioni, si potrà pensare in un secondo momento a tempi e modi di finanziamento”.
“L’audizione che ho convocato è stata un passaggio ufficiale per capire tutta la situazione, di cui si parla da anni senza venirne a capo – ripete Panunzi, che già aveva anticipato il suo pensiero a Viterbopost alla vigilia della riunione – Alla tratta ferroviaria l’Unione europea ha riconosciuto una funzione di connessione con l’asse Berlino – Brennero – Palermo e collegare il porto di Civitavecchia con l’Adriatico. La Regione ha deliberato il ripristino della linea per la sua riapertura all’esercizio ottenendo appunto il cofinanziamento dell’Unione europea per la redazione del progetto preliminare. La Regione ha inoltre richiesto di studiare un accesso diretto tra la linea Civitavecchia – Orte e il porto”. Questa la situazione.
E i comitati? Sono soddisfatti: “Valutiamo positivamente la decisione della Regione – dicono in una nota i cittadini – Una riapertura immediata della tratta ferroviaria tra Capranica e Orte, che è quella nelle migliiri condizioni, creerebbe immediatamente riscontri positivi sulla mobilità, sul turismo e sull’economia dei comuni direttamente interessati (Capranica, Ronciglione, Caprarola, Fabrica di Roma, Gallese e Orte) e dei comuni limitrofi”. Non resta che aspettare e capire se alle buone intenzioni della Regione seguano, con un certo tempismo, anche i fatti.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da