27102021Headline:

Un Umbertone pure per i leghisti viterbesi

merlo E meno male che alfine è arrivato il fatidico annuncio di Umberto Fusco, leader della Lega Nord in terra di Tuscia: “Sarò nell’esecutivo del partito del Sud”.

E meno male che, complice il trasporto della Macchina di Santa Rosa, anche a Viterbo “i sostenitori della Lega hanno accolto con grande entusiasmo Matteo Salvini”, tale che “la gente lo chiamava a gran voce chiedendogli di prendere in mano le sorti del Paese in un momento così buio”.

E meno male che è stata “un’accoglienza che Salvini ha detto di non avere avuto nemmeno a Milano”, tal da galvanizzare ancora di più lo stesso Umberto, arciconvinto che “l’Italia deve mantenere la sua identità limitando l’invasione degli immigrati, un fenomeno incontrollabile che va a discapito della sicurezza del paese e del lavoro”.

E meno male che finalmente  “le frontiere padane si allargano”, onde per cui è nato il partito del Sud, che “era nell’aria già dopo il successo della Lega alle Europee”; un partito “non inserito nella Lega, ma lavorerà al suo fianco, riunendo movimenti del centroSud e della Sardegna”

E meno male che chiari, chiarissimi sono gli obiettivi: “Dare un segnale di continuità politico-territoriale, avvicinandoci alla Toscana e all’Umbria. Credo che per metà ottobre tutto sarà definito”.

E meno male che Fusco sarà in prima fila, tanto che entrerà nell’esecutivo della nuova formazione, anche perché ha “chiesto al segretario di proporre Viterbo come luogo di nascita del nuovo partito, attraverso cui vogliamo attuare i principi della Lega Nord nella nostra provincia”.

E meno male che lo stesso ex consigliere comunale di Viterbo Vola ha avuto l’amabilità di spiegare che “la Lega ha specifici confini di operatività e diffondere nel resto d’Italia uno schieramento che porta nel nome l’indicazione “Nord” poteva essere limitante”, da qui l’idea di far nascere “il partito del Sud”.

E meno male che il nostro caro Umbertone non sa quello che dice, ma gli va dato atto che lo dice assai bene.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. piff scrive:

    che gente povera…

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da