20092021Headline:

Non ti curar di lor, ma guarda e passa

consiglio comunaleA volte varrebbe la pena ascoltare il grande Dante Alighieri, quando dice:”Non ti curar di lor, ma guarda e passa”. Io da umile consigliere di maggioranza, vorrei fare alcune considerazioni sullo svolgimento del consiglio comunale e sulla votazione degli equilibri di bilancio. Non tanto per il voto negativo della minoranza che era scontato, quanto sulla bassa qualità e concretezza delle argomentazioni.

Intanto, credo passerà alla storia il fatto di aver fatto venire in consiglio comunale i revisori dei conti (cosa mai accaduta), solamente per delucidare su una frase di rito, con la quale ci chiedono come consiglieri una particolare attenzione per lo svolgimento futuro del bilancio comunale. Poichè, evviva Dio, tutti abbiamo accesso agli atti, per mera curiosità, mi sono letta i loro rapporti dal 2007 ad oggi (preciso che i revisori sono gli stessi da loro nominati e mai cambiati). Oltre a ritrovare la stessa frase di rito, mi è saltato all’occhio l’equilibrio di bilancio del 2011, dove venivano tutti attenzionati ad un debito di oltre un miliardo e novecento mila euro da riscuotere da un Ente. L’allora minoranza non pensò minimamente di fare questo “cinema” anche se, ce ne sarebbe stato proprio bisogno.

Un arrampicarsi veramente sugli specchi, perché sulle argomentazioni dell’assessore Ciambella, ovvero mettere in posta il 5% a ribasso degli appalti in essere (che oggi va applicato per legge) e prendere il rimanente dal fondo di riserva, per poi andarlo a reintegrare, non credo sia una corbelleria. Tenendo altresì presente, sempre da lei affermato, che in caso di difficoltà, si sarebbero effettuati tagli lineari su tutte le spese correnti.

Io capisco alcuni, ma non posso giustificare gli eccessi fumosi del consigliere Santucci, e ancora di più quelli più pesanti dell’ex sindaco Giulio Marini. Però l’ex sindaco Marini lo posso capire, posso anche capire le sue frustrazioni. In effetti noi possiamo sembrare una maggioranza disomogenea, possiamo beccarci tra di noi, pecchiamo alcuni di poca esperienza, ma quando c’è da fare quadrato, a parte qualche sporadico episodio, siamo tutti insieme al nostro sindaco.

E’ vero, lui molte volte è tranquillo, e si può anche allontanare, perché sa che nessuno di noi, come accaduto al buon ex sindaco Marini, ci verrebbe mai in mente di bocciare il suo bilancio. Per il futuro cercate qualcosa, se lo trovate, di più concreto.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da