30112022Headline:

Nonviolenza, un valore da celebrare

Il consigliere delegato alla Pace Paolo Moricoli

Il consigliere delegato alla Pace Paolo Moricoli

Pace, nonviolenza, solidarietà e partecipazione. Sui grandi temi, quelli internazionali che sembrano così lontani, ma anche nella vita quotidiana. Viterbo c’è, Viterbo non si tira indietro, e oggi pomeriggio (alle 17) nella sala Regia di Palazzo dei priori, eccone una dimostrazione tangibile. E’ la celebrazione della giornata internazionale della nonviolenza, che viene celebrata oggi in tutto il mondo, perché oggi non è mica un giorno qualsiasi: il 2 ottobre 1869 nasceva il Mahatma Gandhi, l’uomo che avrebbe condotto l’India all’indipendenza, padre della Nazione (che pure lo celebra oggi) ma anche della dottrina della nonviolenza. Logico dunque che l’Onu abbia voluto far coincidere le due feste in una sola, significativa, data.
Ma torniamo alle celebrazioni in chiave viterbese.

Il programma prevede la presentazione ufficiale del tavolo per la pace, istituito nel marzo scorso dal Comune e al quale ad oggi hanno aderito una quindicina di associazioni. “E mi auguro che altre se ne aggiungano a breve – sottolinea con orgoglio il consigliere delegato alla Pace Paolo Moricoli, che oggi sarà dell’evento insieme all’assessore ai Servizi sociali Fabrizio Fersini – Si tratta di realtà che da sempre lavorano nell’ombra sulle tematiche della pace, della nonviolenza, dell’integrazione, e che grazie al tavolo ora hanno un’occasione per concertare le iniziative”. Un tavolo che si riunisce periodicamente e che prevede regole ferree sulle decisioni da prendere: qui infatti si applica il consenso rafforzato, con ogni opzione che, per essere approvata, deve essere votata all’unanimità in due riunioni consecutive, così da consentire a tutti i membri di poter votare.
Il tavolo verrà presentato alla cittadinanza, e con esso le iniziative già organizzate (come la visita nel luglio scorso al Senato, insieme ad altri rappresentanti degli enti locali, per chiedere il riconoscimento del diritto alla pace da parte dell’Italia) e quelle in cantiere. Tra queste, la partecipazione del Comune alla marcia della pace Perugia-Assisi, che si svolgerà il 19 ottobre prossimo e che vedrà per la prima volta sfilare anche il gonfalone della città di Viterbo. Della serie: meglio tardi che mai.
Infine, il sindaco consegnerà un riconoscimento a quattro viterbesi che da anni si distinguono nelle attività nel campo e della pace: Umbertina Amadio, Osvaldo Ercoli, Anna Maghi e don Dante Bernini. A quest’ultimo è affidato anche un intervento specifico sulla non violenza, lui che da vescovo di Albano ha fatto tanto sul tema.
“Senza clamore siamo riusciti a mettere in piedi una struttura importante come il tavolo per la pace e l’appuntamento di oggi – dice Moricoli – Riunire le associazioni è fondamentale per avere una voce unica e autorevole su temi così importanti. Ed è bello che il Comune promuova azioni del genere”. Non resta che andare oggi pomeriggio in sala Regia. Andare in pace, naturalmente.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da