30112022Headline:

Un milione e mezzo per Expo 2015

Il presidente della Regione Nicola Zingaretti

Il presidente della Regione Nicola Zingaretti

Venghino, signori venghino. Che la Regione ha aperto i rubinetti. E l’occasione è di quelle golose sul serio. Ce n’è un po’ per tutti. Basta avere un goccio di fantasia e sapersi barcamenare tra meravigliosi grovigli burocratici. Già, alla Pisana hanno appena pubblicato un avviso da monitorare con occhio guardingo e sornione, stile gatto selvatico. Il carrozzone di riferimento è quello di Expo 2015. E di soldi in ballo ce ne stanno parecchiucci. Un milione e mezzo di euro, per la precisione. Roba forte. Anche se poi un terzo è già destinato al solo comprensorio romano (chi l’avrebbe mai detto?). La restante parte comunque sarà devoluta alle altre provincie. E quindi, che parta la battaglia a suon di progetti.

Ce ne stanno ben otto nel calderone programmatico. Suddivisi in appositi percorsi tematici. Cibo e turismo (sempre a coppia). Il cammino dell’acqua (arsenico priva). Città e campagna, interazioni (alla Celentano). Crescere meglio, mangiare sostenibile. Il genio e l’innovazione. L’origine e la qualità. Tutte le strade portano a Roma (pure ciò che rimane della Cassia). L’area centrale dei fori.
I soggetti che ne potranno beneficiare sono gli enti locali, i pubblici economici e non, gli organismi di ricerca e diffusione della conoscenza, le imprese, i privati con personalità giuridica (con partita Iva), le associazioni di categoria. Praticamente mezzo mondo.

Occhio però. Le agevolazioni concesse sono pari all’80% del valore totale del progetto. Se all’interno ci sta almeno un soggetto pubblico. Per tutti gli altri non si va sopra il cinquanta.
A rendere nota la manovra “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” (scritta con tutte queste fastidiosissime lettere alte) è Riccardo Valentini, capogruppo proprio in consiglio regionale del comparto Per il Lazio.

Ma quali sono gli obiettivi? “Contribuire alla spinta verso lo sviluppo complessivo del sistema socioeconomico – attacca così la lista di Valentini – creando valori che restino nel territorio anche dopo Expo. E poi, rendere lo stesso territorio più attrattivo, competitivo, e capace di far incontrare la sua offerta con la domanda su scala globale. Intercettare nuovi flussi turistici. Sostenere forme di aggregazione virtuose nel campo dell’innovazione agroalimentare, della quale si punta a rafforzare una community internazionale. Promuovere le risorse ambientali, i parchi, i luoghi storici e di pregio. Sviluppandovi intorno servizi, che riguardano anche il mondo del food”.

Accorrete gente. Che Zingaretti fa la mancetta.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da